martedì, 24 Novembre, 2020
Fichi: calorie, proprietà e controindicazioni

I fichi sono tra i frutti più conosciuti, amati e apprezzati da sempre e vengono usati da secoli sia nel campo alimentare, sia nel campo curativo: alcune ricerche moderne hanno persino stabilito come la prima pianta che è stata coltivata dall’uomo non è stato il grano, ma proprio il fico.

E infatti tracce di questi deliziosi alimenti si ritrovano nelle culture più antiche: i buddhisti, per esempio, li considerano un simbolo di conoscenza e saggezza, mentre altre leggende raccontano che Ercole per mantenere intatta la sua proverbiale forza mangiasse solo fichi, e che la cesta di Romolo e Remo si fermò proprio grazie a una pianta di fico, dove poi la lupa li salvò.

Oggi il fico più che altro è un frutto immensamente apprezzato in campo culinario grazie al suo gusto irresistibile, ma anche per la sua grande versatilità e per i suoi benefici verso il nostro organismo.

Benefici, proprietà e caratteristiche dei fichi

Il termine scientifico del fico è ficus carica, un albero originario dell’Asia ma ormai da secoli trapiantato in tutte le regioni del Mediterraneo: in particolare, il fico ha trovato il suo habitat ideale nel sud Italia, dove si è diffuso ampiamente.

Esistono diverse varietà di fichi, distinguibili dal colore bianco/verde oppure nero/viola, ma anche dal periodo di raccolta: i fichi primaticci si formano in autunno e maturano in primavera, mentre i fichi veri si formano in primavera e si gustano durante tutta l’estate.

Particolarmente amati per il loro gustoso dolce e zuccheroso, i fichi possono essere gustati freschi o essiccati, e vengono largamente usati in cucina soprattutto per preparare marmellate e dolci.

Proprio per la loro alta concentrazione di zuccheri semplici – che gli conferisce questo sapore così particolari – i fichi dal punto di calorico sono piuttosto carichi: i fichi contengono 47 kcal per 100 gr, una quantità che comunque risulta inferiore rispetto a quella di altra frutta (come uva e mandarini), ma che comunque li rende non adatti al consumo in gradi quantità in caso di diete dimagranti o di diabete.

Invece, consumati nelle quantità giuste, i fichi fanno molto bene all’organismo perché sono ricchi di vitamine e sali minerali, in particolare di potassio, magnesio e ferro.

Tra le principali proprietà dei fichi troviamo:

  • un ottimo effetto lassativo, grazie alla presenza di mucillagini che favorisco l’espulsione di scarti;
  • un grande aiuto nell’assimilazione di nutrienti, e quindi risulta un buon aiuto per chi non riesce ad assimilare cibi normalmente;
  • una forte capacità di rafforzare le ossa del corpo e i denti;
  • la capacità di regolare la pressione sanguigna, aiutandoci a ottenere una buona pressione costante.

Possibili controindicazioni dei fichi

Non sono molte le controindicazioni dei fichi: come accennato da un punto di vista calorico il fico è un frutto molto concentrato di zuccheri, quindi è sconsigliato a diabetici, a chi ha problemi di obesità o a chi soffre di problemi legati alla glicemia.

Inoltre, un abuso di fichi può portare a dolori addominali e dissenteria: questo perché, naturalmente, contengono mucillagini che provocano un forte effetto lassativo, che può degenerare se assunto in troppa quantità.