martedì, 4 Agosto, 2020
Mal di pancia in gravidanza: sintomi e rischi, cosa fare?

Durante la gravidanza ogni donna rimane molto attenta e soprattutto nota ogni piccolo cambiamento e malessere che la colpisce. Tra i vari disturbi vi è anche il mal di pancia, che può essere considerato tra i sintomi comuni e questo può più o meno comparire per diverse cause.

Può però manifestarsi anche in concomitanza ad altri sintomi e qui bisogna stare attenti ed a seconda della sua gravità o intensità, sarà bene contattare il medico o il proprio ginecologo per esami specifici ed arrivare ad una diagnosi. Il mal di pancia in gravidanza, generalmente indica un generico dolore di tipo intestinale anche se, guardando il disturbo in modo più ampio, solitamente con questa specificazione, si identifica un disturbo che può andare dallo stomaco fino al basso ventre e dunque ad un punto qualsiasi dell’addome. 

Sintomi e rischi

Come già detto in precedenza, il mal di pancia in gravidanza può essere definito un sintomo normale questo perché il normale cambiamento del corpo femminile può causare qualche malessere ma vi sono altre situazioni, il mal di pancia può essere un campanello d’allarme di condizioni patologiche di base che possono essere più o meno gravi. Riassumendo il tutto, il mal di pancia gravidico può essere patologico e non patologico.

Per quanto riguarda le cause non patologiche, ci si riferisce a cause i cui fattori scatenanti sono comuni stati fisiologici dovuti in primis al cambiamento ormonale. L’organismo femminile durante questo periodo va gradualmente a modificarsi in base al normale sviluppo del feto. Nel primo trimestre i dolori che si percepiscono sono molto simili, quasi da confonderli, ai crampi mestruali e si localizzano nell’area del basso ventre, questo accade perché l’utero dopo il concepimento, inizia a crescere per ospitare la gravidanza.

I dolori continuano ed aumentano anche nei mesi successivi ed al dolore addominale possono aggiungersi stitichezza, gonfiori e gas intestinali. Nelle cause patologiche invece, come cause di un mal di pancia troviamo le infezioni, le patologie intestinali come per esempio quella del colon irritabile ma tra le cause più gravi vi è la pre-eclampsia che porta con se svariati sintomi come forti dolori a livello addominale e dolori confondili con quelli gastrici.

Tra i sintomi associati alla comparsa del mal di pancia non patologico in gravidanza, vi sono le nausee, non sono mattutine, gli sbalzi d’umore a l’insonnia. Se invece è patologico  si presenta in forma grave con dei sintomi molto più importanti come perdita di sangue in caso di aborto spontaneo oppure febbre se si è in presenza di infezioni.

Cosa fare?

Importantissimo contattare il proprio medico ed eseguire degli esami specialistici in modo da capire le cause ed agire più velocemente possibile e nel migliore dei modi.