martedì, 22 Settembre, 2020
Longobardi: storia e imprese della popolazione

Chi sono i Longobardi? Le origini sono antichissime. Conosciuti come una popolazione “nomade” germanica.

Il suo metodo di espansione e dominio, era dato da una ferocia che usarono per colonizzare gran parte dell’Europa. La popolazione appartiene all’epoca del 100 A.C per terminare il loro dominio nel 600 A.C.

Possiamo anche dire che la loro storia si scontra con quella di Attila. Infatti furono i Longobardi a fermare l’avanzata del popolo di Attila, quindi erano temuti proprio per questa epoca impresa.

Storia ed evoluzione

La storia dei Longobardi è nota per il loro dominio esteso in tutta Europa. Si pensa che fossero germanici, ma in realtà le origini sono Scandinave. Praticamente erano vichinghi che viaggiavano in cerca di altre terre da dominare. Scesero nella parte della Germania centrale, dove vi si stabilirono. Da qui, nel III secolo, iniziarono a creare una loro stirpe germanica e anche ad espandersi nelle terre più ricche è floride.

Giunsero anche in Italia intorno al 560 A.C. in Italia svilupparono un loro regno indipendente. Infatti, proprio il Nord Italia era considerato un “regno Longobardo”. Ancora oggi vengono “chiamati” stipe longobarda.

La prima invasione avvenne in Friuli Venezia Giulia e nel Veneto. Una volta insediati in queste regioni, dove avevano acquisito molto potere militare, invasero la Lombardia. Assediarono Pavia e poi conquistarono Milano.

Le invasioni poi si estesero in Emilia, Toscana, Umbria e Campania.

Successivamente, si integrarono anche nella popolazione romanica. Cercarono di rimanere indipendenti nella loro casta sociale, alla fine vennero incorporati nella popolazione italiana. Intorno agli anni 600 A.C. si convertirono al cattolicesimo. Qui possiamo dire che è terminata la storia originale della popolazione Longobarda.

Aspetto fisico dei Longobardi

I Longobardi avevano un aspetto molto rude, particolarmente imponente. Le prestazioni fisiche erano anche uno dei motivi per cui incutevano timore.

Prima di tutto erano molto alti rispetto alla popolazione italiana dell’epoca. L’altezza minimo si aggirava dalle 1.76 centimetri, che oggi è nella normale, fino a raggiungere 1.89 centimetri. Una buona altezza che ancora oggi classificata un’altezza superiore alla media.

La loro muscolatura e ossatura, sia negli uomini che nelle donne, era molto massiccia. Possedevano una buona forza fisica, anche perché avevano un’alimentazione prettamente vegetariana. Essendo un popolo nomade non erano soliti e dediti all’allevamento. Peluria folta, rossa o bionda, con occhi chiari.

Perfino il loro costume, l’abito che indossavano, era un “agglomerato” di varie influenze degli abiti dei popoli che erano sotto il loro dominio.

Imprese per cui i Longobardi sono famosi

Le imprese epiche e storiche dei Longobardi, che li hanno resi famosi, sono molte.

La prima è lo scontro con Attila e la sconfitta di quest’armata. La conquista della Germania, considerata ricca negli anni 200, ma con una scarsa potenza militare.

Le imprese della conquista dell’Italia furono quelle più importanti, dove i Longobardi unirono strategia, politica e forza militare.