martedì, 24 Novembre, 2020
Nero: significato e origine del colore

Il colore nero nella nostra quotidianità è generalmente identificato come un colore negativo ma questo è un pensiero ed una percezione solo del mondo occidentale. Il significato di questo colore è in realtà molto profondo che riporta molto spesso ad una negazione della realtà unita il più delle volte, all’abbandono di noi stessi, al rifiuto della lotta.

L’utilizzo di abiti neri od oggetti di questo colore rimandano alla potenziale aggressività del soggetto, ad un approccio grottesco dello stesso, in altre situazioni invece viene preso come il non volersi attenere alle regole, il muoversi autonomamente per la propria strada e non   su quella che gli altri hanno tracciato.

Significato ed origine del colore

Il significato di questo colore è diverso a seconda delle culture poichè ad esempio in quella occidentale, esso si associa all’oscurità ed alle cose terribile che in questa potrebbero o meno accadere inoltre si ritiene che l’essere scuro riconduca al diavolo ed alle tenebre del male con tutto ciò che questa figura rappresenta. Il nero può essere anche ricondotto alle paure primordiali ed alle potenziali scelti che si possono andare ad affrontare.

Ad oggi, il calare delle tenebre quindi del buio ed il cielo nero, porta a noi aure essenzialmente immateriali poichè se un tempo il buio portava pericoli tangibili ad oggi non è più così. Un tempo l’uomo era un essere indifeso nel buio terso ed era infatti molto facile che gli animali o anche altri uomini malintenzionati potessero attaccarlo e fargli del male. Il nero era essenzialmente la fonte di ogni cosa, dal buio il Divino creò tutto quello che oggi vediamo e viviamo, era la Fonte da cui tutto nasceva, ecco anche perchè suscitava il mistero ed il timore, probabilmente perché da questo si acquisiva la consapevolezza della non conoscenza.

Anche nella cromo terapia o terapia del colore, il nero assume un significato importante partendo dai chakra ed in particolare a quello dei piedi, punto dalla quale si incanala l’energia ed è qui che assume anche il significato di caos ed energia che però può essere incanalata e plasmata per irradiarsi nel corpo e divenire forza. Per gli Egizi era un colore sacro alle divinità ed i maestri solitamente lo utilizzavano come simbolo di unità ed uguaglianza, simbolo di alta autorità e conoscenza ed intensa interazione con l’universo.

In cristallo terapia è utilizzato per la rimozione dei blocchi. Per quanto riguarda le origini di questo colore, sono da collocarsi molto indietro nel tempo, contemporaneamente a quelle del bianco, suo opposto che invece proietta luce e tranquillità.