sabato, 11 Luglio, 2020
Lapislazzuli: caratteristiche, tipologie, lavorazione e prezzi

Una gemma tra le più belle, il lapislazzuli, dal nome già elegante che deriva dall’unione delle parole latine “lapis” ossia pietra e “lazulum” che voleva dire blu; a sua volta quest’ultima parola deriva dalla parola persiana che stava ad identificare i colore azzurro. Nell’antica Grecia invece e nella Roma imperiale, il lapislazzuli era riconosciuto nome di “sapphirus” che voleva dire blu e ad oggi questo nome viene utilizzato proprio per riconoscere lo zaffiro.

Il lapislazzuli ho una particolare gemma opaca che si compone di lasurite che altro non è che il minerale che le dona poi il famoso colore blu, calcite e pirite che donano alla pietra le sue sfumature bianche e dorate. Nella memoria storica i lapislazzuli figuravano già nei nell’antica Mesopotamia nel 2650 avanti Cristo.

Già al tempo dei Sumeri venivano spesso utilizzate per decorare le tombe reali, in epoca recente sono infatti state ritrovate delle statuine, perline ed anche sigilli realizzati interamente di lapislazzuli. Tutte le popolazioni antiche da quella romana, greca e quella degli antichi egizi attribuivano alla gemma celeste immensa forza divina Infatti era impiegato nelle cerimonie religiose come ornamento personale ma spesso era anche indossato come amuleto o talismano.

Caratteristiche

La gemma del lapislazzulo è prevalentemente caratterizzata da un colore azzurro intenso perché istituito da una fortissima concentrazione di l’azzurrite che associata ad altri minerali come ad esempio la calcite è la pirite che generano le vene di colore della pietra. Il colore blu varia di intensità a seconda della quantità di calcite presente in essa.

Tipologie

Esistono tre varietà di Lapislazzuli e si differenziano tra di loro per il colore, secondo i persiani vi erano il nili risultato dal colore blu scuro, und sabz di colore verde ed infine l’assemani  dal colore blu scuro e profondo. Secondo le varie valutazioni il più bello dei Lapislazzuli eri si ritiene essere quello blu reale uniforme poiché eventuali tracce di altri colori influenzano negativamente la bellezza di questa gemma.

Lavorazione e prezzi

Come già detto in precedenza, il Lapislazzuli è una bellissima pietra di colore blu caratterizzata da piccole screziature dorate; una gemma molto bella e pratica da tagliare, anche se generalmente viene scelto il taglio cabochon anche se molto spesso viene lavorato anche per realizzare delle perline o delle tavole per incisioni.

Gli esemplari di lapislazzuli dal blu omogeneo e profondo sono molto rari hanno una caratura importante. Il costo al carato della pietra varia da 1 euro fio a 150 euro a seconda della purezza della gemma.