venerdì, 15 novembre, 2019
Obbligo di pneumatici invernali sulle autostrade: in quali casi?

Come oramai da molti anni accade, dal 15 di novembre al 15 di aprile è obbligatorio dotare le automobili di pneumatici invernali o in alternativa avere a bordo del veicolo le catene da neve. Come già detto, la normativa è valida dai mesi di novembre fino ad aprile, ma ci sono alcune zone e strade, dove le amministrazioni possono prolungare il tempo in base alle condizioni climatiche del territorio.

L’obbligo è principalmente su strade extraurbane ed autostrade e nelle regioni e province interessate sono stati diramati provvedimenti definitivi validi per tutti gli inverni, in altre zone invece i provvedimenti vengono emanati ogni inverno con leggere differenze. I suddetti pneumatici, vanno istallati da un mese prima dell’entrata in vigore dell’obbligo e disinstallate entro il mese successivo dalla fine dell’obbligo. I veicoli interessati sono quelli a 4 ruote ossia, le automobili, i tir ed i mezzi pensanti. In alternativa ai cambi stagionali di gomme, si può ovviare utilizzando le gomme 4 stagioni o termiche, adatte appunto ad ogni condizione climatica. I conducenti che in presenza di neve o asfalto gelato, non disporranno di gomme adeguate o di catene verranno sanzionati con multe fino ai 332 euro.

Obbligo in autostrada

Come già detto in precedenza, gli pneumatici invernali sono obbligatori su strade extraurbane ed autostrade, ma non su tutti i tratti di queste ultime. Sul portale di autostrade per l’Italia è presente un elenco aggiornato annualmente dove vengono riportate le tratte particolarmente a rischio. Infatti, in alcune particolati zone, si può imbattersi di frequente in asfalto gelato o nelle zone di montagna addirittura ritrovarsi sotto improvvise nevicate. Ecco i punti autostradali dove vige l’obbligo degli pneumatici invernali:

  • A1 Milano-Napoli km 10+700-km 119+500
  • A1 Milano-Napoli km 119+500-km 210+100
  • A1 Milano-Napoli km 210+100-km 358+600
  • A1 Milano-Napoli Direttissima km 0+000-km 32+966
  • A4 Milano-Brescia km 172+500-km 217+700
  • A7 Genova-Serravalle km 84+500-km 125+778
  • A8 Milano-Varese km 8+100-km 42+600
  • A9 Lainate-Como-Chiasso km 10+700-km 42+314
  • Raccordo A8-A26 Diramazione Gallarate-Gattico – D08 km 0+000-km 23+221
  • A13 Bologna-Padova km 0+000-km 116+735
  • A14 Bologna-Taranto km 0+000-km 144+247
  • A14 Bologna-Taranto km 144+247-km 507+000
  • Diramazione per Ravenna km 0+000-km 29+800
  • Diramazione Padova Sud km 0+000-km 4+338
  • Diramazione Ferrara Sud km 0+000-km 6+270
  • Raccordo di Casalecchio km 0+000-km 5+440
  • Ramo d’adduzione Sasso Marconi km 0+000-km 2+700
  • Tangenziale di Bologna km 0+000-km 22+231
  • A16 Napoli-Canosa km 26+570-km 127+627
  • A23 Palmanova-Tarvisio km 18+549-km 119+925
  • A26 Genova Voltri-Gravellona Toce km 0+000-km 197+200
  • Raccordo A26-A4 Diramazione Stroppiana-Santhià – D36 km 0+000-km 30+734
  • Raccordo A26-A7 Diramazione Predosa-Bettole – D26 km 0+000-km 17+030
  • A27 Venezia-Belluno km 0+000-km 82+454
  • Interconnessione A27 Bretella Marco Polo – A57 intero tratto
  • Raccordo R64 A7 – Conegliano intero tratto

Le tratte sono da considerarsi sempre in entrambi i sensi di marcia.