mercoledì, 23 ottobre, 2019
Metalupo: cos’è, storia e curiosità

Il metalupo, in realtà, è un animale fantastico, conosciuto principalmente per essere il simbolo dello stemma araldico della famiglia Stark, una delle più importanti che partecipano al gioco del trono nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, una saga letteraria da cui prende spunto la serie TV Il trono di spade. Andiamo però a scoprire se si tratta solo di una creatura leggendaria e letteraria oppure di un animale realmente esistito.

Il metalupo nel Trono di Spade

Il metalupo viene descritto nei libri di George R.R. Martin (lo si può vedere anche nell’omonima serie TV) solo come un comune lupo di grosse dimensioni che possiede la capacità e l’intelligenza di un essere umano. Il prefisso meta indica inoltre che può stabilire un rapporto stretto con un metamorfo, cioè una persona che ha la particolare capacità di entrare nell’essere del proprio metalupo con cui è cresciuto, controllandone così le azioni e sentendosi un tutt’uno con l’animale, influenzando sia i comportamenti dell’uno che dell’altro. Un metamorfo in grado di entrare nel corpo di un metalupo o, in genere, di un canide, nelle Cronache viene chiamato warg. Nella serie e nei libri l’unico dei personaggi diventato capace di questo potere è Bran, uno degli ultimi figli di Eddard “Ned” Stark e Catelyn Tully. Lo stemma della famiglia Stark raffigura una grande testa di lupo grigio e ringhiante su uno sfondo bianco ghiaccio a simboleggiare la provenienza della famiglia nordica (ma a sud della Barriera) che vive a Grande Inverno (oppure Inverno caduto se vogliamo tradurre il termine inglese Winterfell).

Origini del metalupo

Il nome metalupo deve le sue origini è una razza esistita nel primo tempo appartenente al periodo geologico del Pleistocene (tra i 200.000 e i 10.000 anni fa circa, vissuto nelle Americhe), il canis dirus, dal cui nome latino proviene probabilmente la traduzione in direwolf nei libri delle Cronache, ovvero “cane terribile” o “terrificante” unica nomenclatura scientifica rimasta nelle documentazioni di Jacob Leidy, un paleontologo della seconda metà del 1800. Il primo esemplare di questo animale venne rinvenuto lo Stato dell’indiana nel 1854 da parte dello scienziato Joseph Granville Norwood mentre il paleontologo Leidy gli dette il nome di canis primaevus, dopo aver studiato il campione trovato da Norwood. Vissero prevalentemente nei periodi dell’era glaciale e si nutrivano di enormi erbivori.

Curiosità

Come già detto, nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, il canis dirus viene preso come esempio per creare una specie di animali non estinto, che in lingua originale viene introdotto come direwolf. In lingua francese invece questo canide vi viene un simile del loup garou (nome che viene dato all’altrettanto immaginario licantropo) mentre in lingua spagnola viene soprannominato lobo huargo (e abbiamo già detto che i warg, nel Trono di Spade, sono coloro che entrano nel corpo di un lupo o un cane).