lunedì, 17 giugno, 2019
I punti vendita Fastweb sul podio della trasparenza

Purtroppo al giorno d’oggi sono davvero tantissime le persone sfiduciate nei confronti del proprio operatore telefonico: pubblicità al limite dell’ingannevole e offerte a scadenza improvvisa sono realtà tanto sgradevoli quanto all’ordine del giorno ed è davvero difficile orientarsi in quella che ormai è diventata una vera e propria giungla di offerte appartenenti agli operatori più disparati. Per fortuna però esistono dei criteri oggettivi, necessari oggi come non mai per certificare l’attività della singola azienda. Criteri quali ad esempio una recente rivelazione di Altroconsumo che se, da una parte, ha mostrato dati poco incoraggianti, dall’altra ci aiuta a capire in maniera chiara quali siano le realtà di cui ci si può fidare davvero. Ebbene, nell’articolo di oggi analizzeremo questa vicenda che ha di fatto incoronato Fastweb sul podio della trasparenza: proprio per questo daremo poi un’occhiata da vicino alle promozioni più recenti del colosso internazionale delle comunicazioni, prestando particolare attenzione alla sua capillare distribuzione di negozi di telefonia. Roma, Milano, Firenze, Napoli, Bologna e gli altri grandi capoluoghi italiani non sono infatti i soli luoghi in cui usufruire di un’offerta che si fa giorno dopo giorno più ampia e completa.

8 OPERATORI SU 11 DANNO INFORMAZIONI CARENTI

Come anticipato in precedenza, i dati emersi dall’indagine di Altroconsumo la dicono lunga sul rapporto che spesso e volentieri si instaura tra cittadini ed operatori telefonici. Stando a quanto appurato durante le rivelazioni è infatti emerso che soltanto 3 operatori su 11 forniscono al proprio potenziale cliente informazioni utili e complete. I 3 operatori in questione, i soli che hanno ottenuto un punteggio di 4 stelle in merito alla propria trasparenza, sono Poste voce, Ho Mobile e per l’appunto Fastweb. L’indagine di Altroconsumo ha preso sotto esame 160 diversi punti vendita equamente distribuiti in tutta Italia, nello specifico presenti nelle città di Palermo, Napoli, Roma, Torino e Milano, ed ha preso atto di come moltissimi operatori tendano a tacere su aspetti decisivi quali ad esempio i costi extra-soglia presenti nei contratti (dichiarati spontaneamente dal solo 6% dei negozianti). A ciò si aggiunga un atteggiamento più generale, che non sembra davvero tenere conto delle esigenze del cliente: a tal proposito è semplicemente sconvolgente scoprire che oltre il 90% dei negozianti non si interessa al profilo di consumo del proprio cliente prima di proporgli un piano tariffario. Per non parlare dell’incapacità di fornire risposte chiare/corrette sulle penali in caso di recesso anticipato.

UN’OFFERTA CHIARA E TRASPARENTE

Al contrario Fastweb, con una valutazione globale di 4 stelle, ha dimostrato di fornire ai propri clienti offerte semplici e chiare; offerte che vengono raccontate per filo e per segno, senza tacere alcun tipo di eventualità in cui potrebbe incappare il cittadino. Tra i negozi che hanno avuto i punteggi migliori vi sono quelli di Roma, che è possibile individuare visitando la pagina negozi telefonia roma del loro sito web, ma anche nelle altre città l’indagine è andata molto bene. A tal proposito, sempre restando in ottica trasparenza, una delle cose più apprezzate dai clienti Fastweb è la possibilità di conoscere in anticipo la velocità di connessione stimata con cui è possibile navigare da casa. Basta infatti contattare un operatore per scoprire il proprio posizionamento grazie a tre semplici bollini: in caso di bollino verde potremo usufruire della connessione “Fibra” (F), caratterizzata da una velocità fino ad 1 Gigabit/s in download e fino a 200 Megabit/s in upload; in caso di bollino giallo avremo a disposizione la connessione “Misto Fibra Rame” (FR), con una velocità fino a 200 Megabit/s in download e fino a 20 Megabit/s in upload. Infine, in caso di bollino rosso, avremo a disposizione la connessione “Rame” (R), con una velocità fino a 20 Megabit/s in download e fino ad 1 Megabit/s in upload.