domenica, 21 ottobre, 2018
Prestiti in 24 ore senza busta paga: come richiederli e tassi d’interesse

Chi ha bisogno urgentemente di una somma di denaro ma non può offrire come garanzia uno stipendio o una pensione per ottenere un tradizionale finanziamento può essere interessato ai prestiti in 24 ore senza busta paga: le caratteristiche principali di questo prodotto sono rappresentati dalla rapidità di erogazione e dal fatto che le cifre in ballo sono abbastanza limitate.

Come richiedere i prestiti in 24 ore senza busta paga

Anche se non tutti gli istituti di credito sono disposti a proporre soluzioni di questo tipo, il numero delle banche e delle finanziarie che erogano i prestiti in 24 ore senza busta paga è in costante aumento (forse perché è in continua crescita anche il numero delle persone che non possono contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato). La rapidità dell’operazione è legata al fatto che il tutto si svolge online, ma l’erogazione avverrà in tempi ristretti solo se dopo i controlli preliminari l’istituto erogante ha verificato che il richiedente non rientra negli elenchi dei protestati e dei cattivi pagatori.

Chi richiede un prestito deve presentare delle adeguate garanzie per dimostrare alla banca o alla finanziaria di essere in grado di rimborsare quanto gli è stato prestato: chi non è titolare di uno stipendio o di una pensione deve presentare delle garanzie alternative; si va dall’ipoteca su un immobile alla rendita fissa derivante dall’affitto di un immobile o dall’assegno di mantenimento dopo il divorzio, passando per i titoli finanziari facilmente vendibili e, soprattutto, per il garante (la presenza di una figura di questo tipo alza di parecchio le chance che la propria domanda di finanziamento venga accettata).

Tassi di interesse e importi

Per ottenere l’erogazione delle somme in tempi molto ristretti è necessario inviare tutta la documentazione richiesta e bisogna accertarsi che questa sia chiara e ben leggibile, altrimenti si corre il rischio di allungare i tempi della pratica. Ad ogni modo bisogna ricordare che i prestiti in 24 ore senza busta paga vengono concessi applicando un tasso d’interesse più elevato rispetto ai normali prestiti veloci: non sarebbe una cattiva idea quella di fare un confronto tra i preventivi delle varie finanziarie che offrono questo tipo di servizio e vedere quale tra loro propone il Taeg più conveniente.

Le somme che si possono ottenere con i prestiti veloci senza busta paga sono abbastanza basse (il limite massimo varia da istituto ad istituto, ma di solito non si va oltre i 3.000 euro, anche se qualche società arriva fino a 5.000 euro) e ad ogni modo saranno commisurate al tipo di garanzia presentata: quella più apprezzata dagli istituti è molto probabilmente la figura del garante, ovvero una persona affidabile e dalla storia creditizia impeccabile che si impegna a far fronte agli impegni mensili nel caso in cui il debitore principale non sia in grado di farlo.