domenica, 21 ottobre, 2018
Come risparmiare sulla bolletta della luce

Le bollette: un vero incubo per la famiglia, e non solo. Quando di mese in mese vengono recapitate a casa, spesso sono delle vere bombe, con corrispettivi assai alti. Per risparmiare sulle bollette però si può cominciare a porre in essere qualche buona pratica che può aiutare a salvare dei soldi, e a sprecare e inquinare di meno.

Abbassare le bollette della luce è possibile grazie a qualche trucco ed all’uso intelligente e parsimonioso della corrente elettrica. Vediamo qualche consiglio.

  1. Gestire in modo ottimale l’illuminazione. Se siete a casa per tutto il giorno o quasi, soprattutto nel periodo invernale, avrete bisogno di un grande quantitativo di luce. Il 12% della corrente elettrica viene usata, in casa, per illuminare. Se capita spesso che vengano dimenticate le luci accese, la soluzione può essere quella di installare un impianto a tempo con spegnimento automatico, o di usare le lampade a LED che consumano davvero meno. Inoltre le lampadine vanno pulite per avere un migliore potere illuminante.
  2. Non usare lo stand-by. Capita spesso di addormentarsi di fronte alla televisione, di lasciare il pc e la radio in stand-by. Si tratta di un comportamento deleterio che comporta un aumento della bolletta; mentre spegnendo i vari apparecchi durante la notte potete risparmiare fino al 10% in bolletta, e non rischiare gli sbalzi di tensione o i fulmini che possono rovinarvi l’apparecchio.
  3. Scegliere i giusti elettrodomestici. La classificazione energetica degli elettrodomestici permette di capire quando peseranno poi dal punto di vista della bolletta. In alcuni casi si ha diritto alla detrazione fiscale acquistando elettrodomestici dalla categoria A in su, fateci un pensiero. La manutenzione degli elettrodomestici è molto importante per risparmiare; pulite bene i filtri della lavastoviglie, del condizionatore, della lavatrice, perché in questo modo potranno funzionare consumando meno energia. Usa meno gli elettrodomestici superflui, come l’asciugatrice, che soprattutto in estate non è indispensabile e consuma molta energia elettrica.
  4. Pensare al fotovoltaico. L’impianto fotovoltaico è un investimento che sempre più persone prendono in considerazione per spendere di meno con la bolletta; prima di installarlo, però, bisogna pensare che un impianto medio dal costo di 10 mila euro si ammortizza in circa 10 anni.
  5. Non rimanete per sempre ancorati al fornitore. Se nonostante questi accorgimenti non riuscirete a migliorare la bolletta, potete cominciare a pensare di rivolgervi ad altri fornitori con offerte che siano più adeguate alle vostre esigenze.