Viaggiare in Alaska: offerte e durata volo | Cice2012
domenica, 19 agosto, 2018

Viaggiare in Alaska è sicuramente un sogno che hanno avuto diversi bambini che divenuti grandi si possono ora accingere alla preparazione di un viaggio che risulterà essere sicuramente indimenticabile in uno dei luoghi più pittoreschi della terra dove la natura è ancora quasi del tutto incontaminata e dove poter ammirare paesaggi unici sul Circolo Polare Artico.

L’Alaska è ubicata nella parte nord-occidentale del continente americano, si tratta di un territorio quasi completamente ghiacciato adatto solo ai viaggiatori più avventurosi, dove poter vedere animali splendidi, ma pericolosi, come l’orso grizzly, e perdersi nelle immagini ormai immortalate da Paperon de’ Paperoni delle corse all’oro.

Come pianificare un viaggio in Alaska

Occorre pianificare per bene un viaggio in Alaska perché ci sono tantissimi luoghi da visitare e non tutti facilmente raggiungibili. Per partire dall’Italia il tragitto che porta il viaggiatore in Alaska è molto lungo, e non propriamente comodo. Il principale aeroporto del Paese è il “Ted Stevens Anchorage International Airport”, che non è direttamente collegato con gli aeroporti internazionali italiani. Si dovrà quindi prendere un primo volo per Seattle, Los Angeles, Detroit o Vancouver, per poi ripartire alla conquista dell’Alaska.

Una volta giunti in Alaska se la si vuole visitare per bene sarà necessario prendere altri aerei avvalendosi della compagnia nazionale del luogo, ovvero l’Alaska Airlines che copre circa 20 destinazioni, compresi i voli verso le Aleutine, Nome, Sitka e Far North.

I costi dei voli interni non sono molto economici, si parla infatti di cifre attorno ai 140 dollari per il volo tra i voli tra Anchoragee Fairbanks che raggiungono picchi da 325 dollari a tratta in alta stagione, ovvero a Luglio e Agosto, quando il freddo è molto più tenue e quando ci si può avvalere delle 24 ore di luce.

Viaggi in treno e alloggi in Alaska

L’Alaska può essere raggiunta dagli Stati Uniti anche in treno. Si tratta di un’ottima occasione epr ammirare il territorio incontaminato del Nord America e ci si può avvalere anche di una guida a bordo. I viaggi in treno sono infatti sempre più richiesti dai viaggiatori che visitano l’Alaska, e gli Stati Uniti si sono equipaggiati per bene per dare un servizio unico.

Per quanto riguarda l’alloggio maggiormente consigliato è sicuramente il campeggio. Si tratta della soluzione più economica, con prezzi che si aggirano sui 10 dollari al giorno con tutto compreso, docce, servizi igienici e ristorante.

Se si vuole un po più di comodità ci sono gli ostelli pubblici dello Stato l’Alaska Backpackers Inn che offrono posti letto per 25 dollari a persona.