martedì, 26 Gennaio, 2021
Colori ciano: cosa sono, combinazioni e curiosità

Sempre più amato in arredamento, fondamentale nei processi di stampa e venerato dal design, il colore ciano è una tinta che ricorda le atmosfere marine, e che stimola energia, calma e serenità.

Il ciano è uno dei colori percepibili dall’occhio umano, viene classificato come colore freddo e fa parte, insieme al giallo e al magenta, di quelli che sono chiamati primari sottrattivi.

Per colori primari s’intendono i tre colori fondamentali che non si ottengono mescolando nessun colore, ma che mischiandosi tra loro danno vita a tutte le altre tonalità: ciano, magenta e giallo, insieme a bianco e nero, rappresentano infatti la tavolozza essenziale di un pittore, da cui può creare tutte le sfumature che riesce a immaginare.

Che cos’è il colore ciano

Chiamato comunemente e impropriamente azzurro o turchese, il ciano in realtà è una tinta molto precisa di blu, tanto che il nome stesso viene dal greco kýanos, che vuol dire proprio blu scuro.

Come abbiamo già accennato, il ciano è un colore primario sottrattivo, ed è complementare al colore rosso: questo vuol dire che il pigmento di questo colore è in grado di assorbire la luce rossa.

Grazie alla caratteristica energia che trasmette, il ciano è molto utilizzato nel design degli interni, soprattutto per i salotti, i bagni o le camere da letto: in abbinamento con il bianco spesso è associato ad arredi che ricordano le atmosfere vacanziere o l’ispirazione marina.

Trattandosi di un colore legato alla tranquillità, sinonimo di sapienza e intelligenza, il ciano viene spesso utilizzato nei siti web istituzionali, e nei siti legati alla farmacia e alla medicina.

Anche in grafica pubblicitaria, è un tipo di colore usato spesso per promuovere prodotti e servizi nell’ambito della pulizia, oppure legati alla sfera dell’aria, del cielo, dell’acqua e del mare, mentre non si usa mai per promuovere gli alimenti, perché è un colore che tende a togliere l’appetito.

Il ciano, poi, è fondamentale nel mondo della stampa: insieme al nero, al magenta e al giallo compone infatti la gamma cromatica più utilizzata in tipografia.

È un tipo di stampa che si chiama quadricromia, ovvero una stampa che usa l’unione di questi quattro colori che, in linguaggio tecnico, si chiama CMYK.

Anche le stampanti casalinghe funzionano con un sistema di stampa in quadricromia: se ci fate caso, infatti, le cartucce necessarie per far funzionare la stampa sono proprio quattro, e sono magenta, giallo, nero e il nostro ciano.

Curiosità sul ciano

  • Spesso il ciano viene associato alla fantasia: chi ama questo colore, di solito, è una persona che ama fantasticare, viaggiare con la mente e sognare a occhi aperti.
  • Secondo il linguaggio dei colori, il ciano rappresenta fiducia, saggezza e intelligenza e, proprio per questo, è un colore rilassante e positivo, che stimola sensazioni di benessere, tranquillità e pace. In generale, quindi, è un colore che ha un significato per la maggior parte positivo, anche se in alcuni soggetti può stimolare anche sentimenti negativi: alcune persone, infatti, possono associare al ciano sensazioni di freddezza, immensità e infinito, ma inteso come una mancanza di punti di riferimento.