martedì, 24 Novembre, 2020
Gare podistiche: cosa sono, come partecipare e regolamento

C’è una passione che cresce sempre di più tra gli italiani, ed è quella della corsa: non solo sono sempre di più le persone che si dedicano a questa attività nella vita quotidiana – come allenamento fisico o semplicemente per sfogare lo stress – ma aumenta costantemente anche chi si dedica alla corsa in modo più professionale.

Le gare podistiche, infatti, vengono organizzate ormai in tutta Italia, sia a livello regionale sia a livello nazionale, e attirano sempre più appassionati uniti dall’amore per diverse attività a piedi che si svolgono o su strada o all’interno di una pista di atletica leggera.

Andiamo a scoprire meglio cosa sono le gare podistiche, come si partecipa e qual è il regolamento da seguire in caso se ne voglia organizzare una.

Che cosa sono le gare podistiche e come si partecipa

Per podismo s’intende quella parte di atletica leggera che include tutti i tipi di attività a piedi, sia su pista sia su strada asfaltata o sterrata: una gara podistica, quindi, può essere sia di corsa sia di marcia, perché al suo interno le comprende entrambe.

Lo scopo di una gara podistica è legata strettamente al tempo: ogni podista infatti, durante una gara, cerca di superare i tempi in cui, di solito, percorre un determinato percorso.

Inoltre, il tempo è fondamentale perché non solo permette all’atleta di raggiungere il suo obiettivo, ma anche di decretare chi è il vincitore della gara e, in alcuni casi, di stabilire nuovi record da battere in occasione della gara seguente della stessa disciplina.

Nelle gare podistiche, quindi, tempo e resistenza fisica lavorano insieme, e l’atleta si allena costantemente a migliorare le sue prestazioni individuali.

Spesso infatti, nelle gare podistiche anche organizzate a livello locale, partecipano anche atleti professionisti, che usano queste occasioni come un allenamento per migliorare i loro tempi personali.

Partecipare a una gara podistica non è difficile: solitamente basta iscriversi anche online e spesso non serve corrispondere nessuna quota, soprattutto se si tratta di un’iniziativa umanitaria o benefica. In caso siano eventi organizzati direttamente dalla Federazione, o eventi di organizzazioni private, si dovrà accompagnare l’iscrizione al versamento di una quota.

Il regolamento per organizzare una gara podistica

In caso abbiate voglia di organizzare una corsa podistica, dovete seguire con attenzione delle regole base, fondamentali per creare un evento nel pieno rispetto delle norme.

Per prima cosa sarà necessario predisporre un regolamento: deve essere un documento in cui sono riportate tutte le informazioni interenti all’evento, da chi organizza la corsa alle norme di partecipazioni, alle regole di svolgimento della gara, specificando a quali partecipanti si rivolge e indicando luogo, data e orario d’inizio, oltre al tipo di percorso.

Importantissimo, poi stabilire il tracciato della corsa, che per le gare podistiche in strada che costituiscono competizioni ufficiali prevedono distanze standard stabilite dai Regolamenti FIDAL: 21,097 km (mezza maratona), 42.195 km (maratona), Distanze superiori a 42.195 metri per ultra maratona. Per le gare non competitive, invece, di solito i percorsi possono essere di 5 km (mini-corse) o 10 km soltanto.

Una volta individuato il percorso che si desidera proporre, è fondamentale richiedere l’approvazione della Polizia Municipale prima che venga divulgato il regolamento: solo loro, infatti, possono assicurare che sia un tracciato sicuro sia per gli atleti sia per il pubblico.

Un regolamento ben redatto, poi, deve necessariamente contenere le modalità d’iscrizione – specificando se è richiesta una quota oppure no – il programma dettagliato della giornata, gli orari di svolgimento e i premi in palio per i primi classificati.

Infine, il regolamento dovrà necessariamente contenere i contatti dell’Associazione o Federazione organizzatrice, con il nominativo e il recapito telefonico di un referente, per qualsiasi evenienza.