domenica, 29 Novembre, 2020
Investire i propri risparmi: tutto quello da sapere per limitare i rischi

Chiunque vorrebbe conoscere la formula magica per investire i risparmi senza rischi, tuttavia si tratta di uno scenario completamente irrealistico, in quanto ogni operazione prevede un certo livello di incertezza.

Ovviamente è importante imparare a gestire il capitale in modo efficace aumentando le proprie competenze in ambito finanziario, sia per investire in maniera autonoma sia per scegliere i prodotti più convenienti proposti da banche, assicurazioni e società d’intermediazione.

Invece di ricercare inesistenti investimenti sicuri al 100%, il focus dovrebbe essere la gestione del rischio in base ai propri obiettivi. In particolare è necessario imparare a costruire un portafoglio d’investimento sostenibile, diversificato e bilanciato. Inoltre è essenziale capire come creare una strategia finanziaria adeguata alle proprie esigenze, investendo nella formazione professionale per essere più consapevoli delle attività di money management.

Amministrare il rischio negli investimenti con la formazione professionale

Il punto di partenza per comprendere come gestire i risparmi in modo adeguato consiste nella formazione professionale, sviluppando le capacità tecniche richieste per orientarsi all’interno del mondo degli investimenti.

Accrescere la cultura finanziaria è fondamentale al giorno d’oggi, infatti soltanto in questo modo è possibile aumentare le chance di incrementare il proprio patrimonio personale, ridurre i rischi impliciti negli investimenti e scegliere gli asset giusti su cui puntare.

Ad esempio, in questo settore il sito ioinvesto.com mette a disposizione strumenti pratici per imparare ad amministrare e investire i propri risparmi, con soluzioni dedicate per ogni esigenza finanziaria. I professionisti esperti della piattaforma, analisti finanziari certificati IFTA e SIAT, propongono percorsi di crescita personalizzati adatti ad ogni necessità, per apprendere come investire in modo autonomo, ottenere rendimenti migliori dagli investimenti, rimanere sempre aggiornati sul mondo finanziario oppure per diventare dei consulenti indipendenti.

La formazione è l’unica strada per prendere controllo delle proprie finanze, scoprendo come impostare una corretta strategia d’investimento con il supporto di analisti esperti. Naturalmente è indispensabile essere disposti a seguire un aggiornamento continuo, per migliorare le proprie competenze e affrontare ogni sfida con una preparazione tecnica adeguata. In questo modo è possibile limitare il rischio degli investimenti, aumentare la sostenibilità delle operazioni finanziarie e stabilire traguardi allineati con i risultati che si vogliono ottenere.

Come costruire una strategia d’investimento efficace

Anche i migliori trader del mondo seguono sempre una strategia d’investimento personalizzata, un piano finanziario per analizzare il mercato, scegliere gli asset giusti e misurare le prestazioni in base a degli indicatori creati appositamente.

Il primo passo fondamentale consiste nella pianificazione finanziaria, un processo essenziale per evitare di operare in modo confuso e avere sempre presente la direzione da seguire.

Costruire uno schema preciso degli investimenti da realizzare offre diversi vantaggi, a partire dalla riduzione dei fattori psicologici e dalla possibilità di controllare in maniera più efficace le emozioni.

La strategia deve essere semplice, facile da seguire e da mettere in atto, sincronizzata con gli obiettivi di lungo termine e indifferente all’emozionalità. Per controllarne la validità basta cercare di spiegarla in poche parole ad un’altra persone, verificando che lo schema risulti chiaro anche a una persona non esperta di finanza.

Il secondo passo prevede una fase di test della strategia, un periodo in cui mettere alla prova il piano d’investimento per capire se esistono dei punti deboli da sistemare. Ad esempio è importante provare la strategia in diversi scenari e contesti, affinché sia possibile scoprire se funziona bene in ogni situazione oppure se può essere applicata soltanto in alcuni ambiti precisi. Nulla vieta di avere più di un piano finanziario, tuttavia è consigliabile disporre di una strategia d’investimento globale ed eventualmente dei sistemi secondari da usare soltanto in alcuni scenari.

Infine la strategia deve essere misurabile, un aspetto fondamentale per analizzare le prestazioni e capire se si stanno raggiungendo o meno i risultati prefissati. Molti gestori di fondi d’investimento utilizzano appositi benchmark, per comparare le performance con degli indicatori, tuttavia è possibile creare i propri metodi di misurazione delle prestazioni in modo del tutto personalizzato.

L’importante è la possibilità concreta di calcolare i rendimenti a intervalli periodici, per intervenire qualora le performance non fossero quelle previste al momento della pianificazione finanziaria.