lunedì, 18 novembre, 2019
Che cosa visitare in Polonia: le attrazioni da non perdere

Che cosa visitare durante una permanenza in Polonia? Che si tratti di una vacanza, oppure di un periodo formativo a livello professionale, la Polonia offre diverse paesaggi naturali e luoghi storici grazie ai quali poter arricchire il proprio bagaglio culturale. Nella parte sud questa terra vanta catene montuose e vallate, mentre nella parte esposta a nord affascinanti dune. All’interno dei prossimi paragrafi scoprirete tutti i luoghi più suggestivi della terra polacca dove trascorrere una vacanza indimenticabile.

Città medievale di Toruń

La città medievale di Toruń, in Polonia, rientra all’interno delle meraviglie di questa terra da esplorare. Grazie alla vastità delle architetture presenti Toruń è diventata patrimonio mondiale dell’UNESCO, caratterizzandosi in stili gotici come le case borghesi tutt’oggi conservate, le chiese e il Municipio. La città viene inoltre ricordata per la permanenza al suo interno dello storico astronomo Nicolò Copernico. 

Miniera di sale di Wieliczka

La miniera di sale di Wieliczka, nei pressi di Cracovia, si classifica all’interno delle miniere più antiche al mondo. Anche questo sito rientra all’interno del patrimonio mondiale dell’UNESCO, dilungandosi in gallerie oltre i 300 km di percorrenza. La miniera di sale rappresenta un’attrazione particolarmente visitata dai turisti, impreziosita dalle statue di sale e dalla cappella presenti al suo interno.

Castello di Marienburg

Il Castello di Marienburg fu costruito dall’Ordine teutonico, per espresso volere di Siegfried von Feuchtwangen. Questo edificio storico risulta il più grande castello del mondo, completa nel lontano 1406 in stile architettonico strettamente gotico. Sia il museo interno che il castello sono stati dichiarati entrambi patrimonio mondiale dell’UNESCO. 

Parco Nazionale Bialowieza

Gli amanti della natura più incontaminata non potranno fare a meno di visitare il Parco Nazionale Bialowieza, situato al confine tra Polonia e Bielorussia. Al suo interno si trova una foresta primaria caratterizzata da querce millenarie e diversi corsi d’acqua. La fauna comprende lupi, cervi, ma anche cani selvaggi. Il consiglio migliore è quello di affidarsi al tour organizzato dalle guide in grado di orientarsi al suo interno.

Ex campo di concentramento di Auschwitz

La Polonia è ricordata soprattutto per la presenza di uno degli ex campi di concentramento più famosi della storia, come quello di Auschwitz. Conservato ad oggi come museo, l’ex campo di concentramento di Auschwitz mette a dura prova anche i caratteri più forti. Al suo interno si trovano ancora intatte tutte le atrocità commesse durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale, con l’avvento del nazismo, ma la visita risulta una delle tappe obbligate in terra polacca.