giovedì, 19 settembre, 2019
Il noleggio delle piattaforme aeree nell’edilizia

Il comparto delle piattaforme aeree, soprattutto riferito al mondo del noleggio, sta avendo una consistente crescita in tutto il mondo ed anche in Italia. La crescita si è stabilizzata intorno all’8% su base annua nel globo con i mercati asiatici, europei e nordamericani in continua e costante risalita. La flotta delle piattaforme aeree nel mondo ha sfiorato la cifra record di 1,4 milioni di cui più di un terzo nei soli Stati Uniti che fanno registrare una crescita del 4% e 580 mila unità a noleggio. L’Europa meridionale, e soprattutto l’Italia, sono affette da un crescente ottimismo riguardo ai dati provenienti dall’intero settore con crescite del 7% in Spagna e del 4% in Italia, che si conferma una delle piazze più attive.

Nel nord Europa crescita e ricavi sono più contenuti per un’eccessiva competitività che sta rallentando il mercato in quei paesi. Per quanto riguarda la situazione interna al nostro paese le regioni del centro nord si confermano in testa alla speciale classica dei noleggi a fronte anche di un numero maggiore di imprese attive, soprattutto nel campo dell’edilizia. Il noleggio piattaforme aeree a Milano rimanda dati del tutto positivi con la provincia lombarda che si conferma come la prima realtà in Italia del settore.

Il noleggio si conferma la formula maggiormente preferita dalle aziende rispetto all’acquisto che gioca un ruolo marginale in questo mercato con i dati che confermano imbarazzanti percentuali vicine alla totalità del parco macchine esistenti nel nostro paese. I motivi che spingono al noleggio rispetto all’acquisto sono innumerevoli soprattutto legati alla praticità e al risparmio.

Il risparmio concreto del noleggio rispetto all’acquisto va dal 10% al 20% per quei casi dove l’utilizzo del veicolo è frequente ed indispensabile per il funzionamento dell’azienda ed arriva al 75% in quei casi dove l’utilizzo è solo sporadico e passeggero. Inoltre il noleggio evita un serie di costi accessori ma indispensabili come la manutenzione ordinaria e straordinaria, spese di officina e imprevisti di ogni genere, senza dimenticare costi di bollo assicurazione per le piattaforme che prevedono la circolazione su strada. Il risparmio si può individuare anche in un’altro aspetto: lo spostamento dei cantieri da un paese all’altro ha un costo, soprattutto se ci si sposta di decine o centinaia di chilometri mentre noleggiare una macchina in loco abbatte ogni preoccupazione in seno alla logistica e cancella costi di trasporto o spostamento delle piattaforme.

Anche la pianificazione del lavoro e l’assistenza giocano un ruolo cruciale poiché le ditte che offrono il noleggio, almeno quelle serie, garantiscono un team di tecnici esperti in grado di consigliare, ad esempio, la tipologia di piattaforma più consona al lavoro che si deve fare (piattaforme aeree ragno, autocarrate, semoventi elettriche, semoventi diesel, a pantografo elettriche, a pantografo diesel) e soprattutto un’assistenza continua per tutti i problemi e gli imprevisti legati al proprio lavoro. La quantità e la diversità delle macchine ci permette poi di scegliere sempre l’apparecchio più adatto alle esigenze del momento poiché, ad esempio, potrebbe essere più consono l’utilizzo di una piattaforma a ragno in un terreno sconnesso mentre per uso indoor è adeguato una piattaforma a pantografo, o ancora una piattaforma autocarrata è ideale per il lavoro su strada o in posti dove è necessario spostarsi di frequente.

In ultima analisi c’è da considerare che un altro aspetto cruciale è la sicurezzaI veicoli a noleggio sono costantemente monitorati e sottoposti a prove di affidabilità e ad una costante manutenzione per garantirne il perfetto funzionamento, la sicurezza nell’utilizzo e una maggiore durata del veicolo. La possibilità di accedere a servizi online affidabili e sicuri ha consacrato definitivamente questo settore spingendolo verso un boom vertiginoso di crescita che si prevede rimarrà tale anche per l’anno in corso.