venerdì, 24 maggio, 2019
Johnny Depp: biografia e curiosità sull’attore dai mille volti

Johnny Depp è conosciutissimo e famosissimo fra gli attori già solo per l’essere un artista eclettico, un protagonista indiscusso di appassionanti o sanguinarie e insolite storie. Sarebbe bello però raccontare meglio la sua vita, da aspirante rockstar ad attore conosciutissimo e amato da molti

Biografia

Johnny Depp, nome breve di John Christopher Depp II, nasce il 9 giugno dell’anno 1963 a Owensboro, nello stato americano del Kentucky. Nel corso della sua vita ricevuto molti premi tra i quali un Golden Globe per Sweeney Todd, il diabolico barbiere di Fleet Street ed è stato nominato 3 volte al premio Oscar come migliore protagonista per La maledizione della prima luna, Neverland e Sweeney Todd. Johnny è il minore dei quattro figli di John Christopher More Depp, un ingegnere comunale, e Betty Sue Palmer, una cameriera. Ha un fratello di nome Denny e due sorelle Debbie e Christie Dembrovsky (sua manager), nate dal primo matrimonio della madre. L’intera famiglia Depp ha discendenze irlandesi, tedesche e cherokee; il suo adorato nonno gli trasmise la passione per il gospel e la musica, ma morì poco dopo il settimo compleanno il piccolo Johnny. Lo stesso anno la famiglia del si trasferì a Miramar, in Florida, dov’è il padre trova lavoro come direttore dei lavori pubblici. Dopo continui traslochi (circa una ventina), Depp rimane sconvolto dall’impossibilità di avere degli amici e diviene una persona molto chiusa e introversa, incline alla sperimentazione delle droghe piuttosto che allo studio. Si riavvicina alla musica e al gospel grazie allo zio e al cugino. A 12 anni comincia a suonare la chitarra da autodidatta e fonda la prima rock band da garage chiamata The Flame che dopo aver raggiunto il successo intrattenendo i clienti dei night-club in Florida, cambia nome in The Kids. Nel 1978, dopo il divorzio dei genitori si tatuò la testa di un capo cherokee sulla spalla destra, a simboleggiare le sue origini pellerossa alle quali è strettamente legato.

I primi anni nel cinema

Il 24 dicembre del 1983 Johnny Depp si sposa con la truccatrice Lori Anne Allison più grande di lui e sorella di un membro del suo gruppo dei Kids. L’anno dopo Lori mi fa conoscere Nicolas Cage che vede in Johnny un volto da attore e lo incoraggia a tentare una carriera nella recitazione; il primo provino di Depp fu per Nightmare Dal profondo della notte di Wes Craven. Per questo primo ingaggio gli venne data solo una notte per imparare la parte.  Lo avete riconosciuto? Johnny interpreta uno degli sfortunati protagonisti della saga su Freddy Krueger che si addormenta e viene “inghiottito” a morte dal letto. Quello che all’inizio era un lavoro solo per raggiungere la notorietà per la musica diventa qualcosa di più importante. Infatti si iscrive a delle lezioni di recitazione drammatica e la band si scioglie; nel 1985 diventa protagonista del film commedia Posizioni promettenti, definita scadente anche da lui stesso. Dopo altri film (Platoon e Cry baby) e una serie (21 Jump Street) arriva il primo film di grande successo Edward mani di forbice, con il quale inizia una lunga e proficua amicizia con il regista Tim Burton che lo coinvolgerà in altri progetti. Sul set di questo film inizia un’importante e duratura relazione con l’attrice Winona Ryder.

Curiosità sulla vita privata

Johnny Depp è il padrino dei due figli del regista Tim Burton e dell’attrice Helena Bonham Carter. Depp è stato fidanzato con varie attrici e ha intrattenuto una relazione di lunga durata con la cantante francese Vanessa Paradis dalla quale ha avuto due figli. Nel 2012 si lasciano e Johnny inizi una relazione con l’attrice Amber Heard, conosciuta durante le riprese di Rum Diary. Il matrimonio con lei gli procura non pochi problemi: dopo soli 15 mesi di matrimonio la Heard lo accusa pesantemente di essere violento. Per fortuna l’attore esce dalla vicenda vittorioso ma quasi in bancarotta a causa delle numerose spese legali.

Filmografia completa

Ecco a voi una filmografia completa dell’attore, che vanta più di 30 anni di carriera.

  • Nightmare – Dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street), regia di Wes Craven (1984)
  • Posizioni promettenti (Private Resort), regia di George Bowers (1985)
  • Platoon, regia di Oliver Stone (1986)
  • Cry Baby (Cry-Baby), regia di John Waters (1990)
  • Edward mani di forbice (Edward Scissorhands), regia di Tim Burton (1990)
  • Nightmare 6 – La fine (Freddy’s Dead: The Final Nightmare), regia di Rachel Talalay (1991) – cameo
  • Il valzer del pesce freccia (Arizona Dream), regia di Emir Kusturica (1993)
  • Benny & Joon, regia di Jeremiah S. Chechik (1993)
  • Buon compleanno Mr. Grape (What’s Eating Gilbert Grape), regia di Lasse Hallström (1993)
  • Ed Wood, regia di Tim Burton (1994)
  • Don Juan De Marco – Maestro d’amore (Don Juan De Marco), regia di Jeremy Leven (1994)
  • Dead Man, regia di Jim Jarmusch (1995)
  • Minuti contati (Nick of Time), regia di John Badham (1995)
  • Donnie Brasco, regia di Mike Newell (1997)
  • Il coraggioso (The Brave), regia di Johnny Depp (1997)
  • Paura e delirio a Las Vegas (Fear and Loathing in Las Vegas), regia di Terry Gilliam (1998)
  • Los Angeles senza meta (L.A. Without a Map), regia di Mika Kaurismäki (1998)
  • La nona porta (The Ninth Gate), regia di Roman Polański (1999)
  • Il mistero di Sleepy Hollow (Sleepy Hollow), regia di Tim Burton (1999)
  • The Astronaut’s Wife – La moglie dell’astronauta (The Astronaut’s Wife), regia di Rand Ravich (1999)
  • The Man Who Cried – L’uomo che pianse (The Man Who Cried), regia di Sally Potter (2000)
  • Prima che sia notte (Before Night Falls), regia di Julian Schnabel (2000)
  • Chocolat, regia di Lasse Hallström (2000)
  • Blow, regia di Ted Demme (2001)
  • La vera storia di Jack lo squartatore (From Hell), regia di Allen e Albert Hughes (2001)
  • La maledizione della prima luna (Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl), regia di Gore Verbinski (2003)
  • C’era una volta in Messico (Once Upon a Time in Mexico), regia di Robert Rodríguez (2003)
  • Secret Window, regia di David Koepp (2004)
  • Ils se marièrent et eurent beaucoup d’enfants, regia di Yvan Attal (2004)
  • Neverland – Un sogno per la vita (Finding Neverland), regia di Marc Forster (2004)
  • The Libertine, regia di Laurence Dunmore (2004)
  • La fabbrica di cioccolato (Charlie and the Chocolate Factory), regia di Tim Burton (2005)
  • Pirati dei Caraibi – La maledizione del forziere fantasma (Pirates of the Caribbean: Dead Man’s Chest), regia di Gore Verbinski (2006)
  • Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo (Pirates of the Caribbean: At World’s End), regia di Gore Verbinski (2007)
  • Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street (Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street), regia di Tim Burton (2007)
  • Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo (The Imaginarium of Doctor Parnassus), regia di Terry Gilliam (2009)
  • Nemico pubblico – Public Enemies (Public Enemies), regia di Michael Mann (2009)
  • Alice in Wonderland, regia di Tim Burton (2010)
  • The Tourist, regia di Florian Henckel von Donnersmarck (2010)
  • Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare (Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides), regia di Rob Marshall (2011)
  • The Rum Diary – Cronache di una passione (The Rum Diary), regia di Bruce Robinson (2011
  • Jack e Jill, regia di Dennis Dugan (2011)
  • 21 Jump Street, regia di Phil Lord e Chris Miller (2012)
  • Dark Shadows, regia di Tim Burton (2012)
  • The Lone Ranger, regia di Gore Verbinski (2013)
  • Transcendence, regia di Wally Pfister (2014)
  • Into the Woods, regia di Rob Marshall (2014)
  • Tusk, regia di Kevin Smith (2014)
  • Mortdecai, regia di David Koepp (2015)
  • Black Mass – L’ultimo gangster (Black Mass), regia di Scott Cooper (2015)
  • Alice attraverso lo specchio (Alice Through the Looking Glass), regia di James Bobin (2016)
  • Yoga Hosers – Guerriere per sbaglio (Yoga Hosers), regia di Kevin Smith (2016
  • Animali fantastici e dove trovarli (Fantastic Beasts and Where to Find Them), regia di David Yates (2016) – cameo
  • Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar (Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales), regia di Joachim Rønning, Espen Sandberg (2017)
  • Assassinio sull’Orient Express (Murder on the Orient Express), regia di Kenneth Branagh (2017)
  • London Fields, regia di Matthew Cullen (2018)
  • Richard Says Goodbye, regia di Wayne Roberts (2018)
  • Animali fantastici – I crimini di Grindelwald (Fantastic Beasts: The Crimes of Grindelwald), regia di David Yates (2018)
  • City of Lies – L’ora della verità (City of Lies), regia di Brad Furman (2018)

Televisione

  • Lady Blue – serie TV, episodio 1×04 (1985)
  • Slow Burn, regia di Matthew Chapman – film TV (1986)
  • Hotel – serie TV, 1 episodio (1987)
  • 21 Jump Street – serie TV, 80 episodi (1987-1990)
  • The Vicar of Dibley – serie TV, 1 episodio (1999)
  • The Fast Show – serie TV, 1 episodio (2000)
  • This American Life – serie TV, episodio 2×01 (2008)
  • Life’s Too Short – serie TV, 1 episodio (2010)
  • Funny or Die presenta: L’arte di fare affari di Donald Trump – Il film (Donald Trump’s The Art of the Deal: The Movie), regia di Jeremy Konner – film TV (2016)

Documentari

  • Where It’s At: The Rolling Stone State Of The Union, regia di Joe Berlinger e Bruce Sinofsky, film TV (1998)
  • The Beats – L’urlo ribelle, regia di Chuck Workman (1999)
  • Lowell Blues: The Words Of Jack Kerouac, regia di Henry Ferrini (2000)
  • Lost in La Mancha, regia di Keith Fulton e Louis Pepe (2002)
  • All the Love You Cannes!, regia di Gabriel Friedman, Lloyd Kaufman, Sean McGrath (2002)
  • Breakfast with Hunter, regia di Wayne Ewing (2003)
  • Charlie: The Life and Art of Charles Chaplin, regia di Richard Schickel (2003)
  • The Wonderful World of Roald Dahl regia di Katie Kinnaird, Barry Ryan (2005)
  • Buy the Ticket, Take the Ride: Hunter S. Thompson on Film, regia di Tom Thurman (2006)
  • Deep Sea 3D, regia di Howard Hall (2006)
  • When the Road Bends… Tales of a Gypsy Caravan, regia di Jasmine Dellal (2006)
  • Il futuro non è scritto – Joe Strummer (Joe Strummer: The Future Is Unwritten), regia di Julien Temple (2007)
  • Runnin’ Down A Dream, regia di Peter Bogdanovich (2007)
  • Gonzo: The Life and Work of Dr. Hunter S. Thompson, regia di Alex Gibney (2008)
  • Marc Forster – Der Weg zu 007, regia di Fritz Muri (2008)
  • Rock and a Hard Place: Another Night at the Agora, regia di Aaron T. Wells (2008)
  • Taste of Hollywood, regia di Richard Ryan (2009)
  • In Search of Ted Demme (2010)
  • When You’re Strange, regia di Tom DiCillo (2010) – voce narrante
  • Pearl Jam Twenty (film), regia di Cameron Crowe (2011)
  • Per nessuna buona ragione, regia di Charlie Paul (2012)
  • Close Up, regia di Tiziano Sossi (2012)
  • Radioman, regia di Mary Kerr (2012)
  • Sunset Strip (2012 film), regia di Hans Fjellestad (2012)
  • Don’t Say No Until I Finish Talking: The Story of Richard D. Zanuck, regia di Laurent Bouzereau (2013)
  • Don Rickles: One Night Only an all Star Tribute to Don Rickles regia di Joe DeMaio e Jeff Roe (2014)

Video musicali

  • Into the Great Wide Open – Tom Petty
  • It’s A Shame About Ray – The Lemonheads
  • That woman’s got me drinking – Shane MacGowan
  • My Valentine – Paul McCartney
  • Queenie Eye – Paul McCartney
  • Say10 – Marilyn Manson
  • Kill4Me – Marilyn Manson

Doppiatore

  • King of the Hill – serie TV d’animazione (voce), episodio 8×20 (2004)
  • La sposa cadavere (Corpse Bride), regia di Tim Burton e Mike Johnson (2005)
  • Spongebob – serie TV, 1 episodio (2009)
  • Rango, regia di Gore Verbinski (2011)
  • I Griffin – serie animata, 1 episodio (2012)
  • Sherlock Gnomes, regia di John Stevenson (2018)

Regista e sceneggiatore

  • Stuff (1993)
  • Il coraggioso (The Brave) (1997)

Produttore

  • The Rum Diary – Cronache di una passione (The Rum Diary), regia di Bruce Robinson (2011)
  • Hugo Cabret (Hugo), regia di Martin Scorsese (2011)
  • Dark Shadows, regia di Tim Burton (2012)
  • The Lone Ranger, regia di Gore Verbinski (2013)
  • LaDonna Harris: Indian 101, regia di Julianna Brannum (2014)
  • Mortdecai, regia di David Koepp (2015)
  • Doug Stanhope: No Place Like Home regia di Brian Hennigan (2016)

Cortometraggi

  • The Black Ghiandola, regia di Anthony Conti (2017)