venerdì, 15 novembre, 2019
Codice tributo 3805: cos’è, cosa significa e quando si utilizza

Quando è il momento di pagare le tasse sul reddito o sugli immobili è importante conoscere i codici tributo da inserire nella propria dichiarazione. In questo articolo si parlerà del Codice Tributo 3805; andiamo a vedere quindi di cosa si tratta e quando si deve inserire.

Cos’è il codice tributo 3805

Si sa che a ogni codice tributo corrisponde un tipo di pagamento che si effettua compilando il modello F24, cioè la dichiarazione dei redditi. Il 3805 corrisponde alla dilazione di pagamento dell’Irap, cioè l’imposta regionale sulle attività produttive, istituita in Italia con il decreto legislativo n. 446 del 15 dicembre 1997, attualmente ancora in vigore. Questo particolare codice viene utilizzato per pagare gli interessi che derivano dalla dilazione di pagamento di questa tassa

Come si utilizza

L’utilizzo e il pagamento di questo codice dipendono dal soggetto:
• chi possiede la partita IVA non può, in modo più assoluto, compilare il modello cartaceo F24 e può solo utilizzare altri tipi di canali online che sono l’Entratel F24 (in caso di compensazioni e saldo pari a 0) oppure attraverso l’Home Banking del proprio istituto di credito (in assenza di compensazioni e saldo positivo).
• chi NON possiede la partita IVA può comodamente utilizzare il modello cartaceo se hanno un saldo diverso da 0 e non ci sono compensazioni, in caso contrario possono andare in banca o all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate

Come compilare il modello F24

La sezione dove inserire il codice è la “sezione erario”. Vanno indicati quindi i seguenti valori:
• il codice tributo 3805 nella colonna apposita (la prima a vista)
• non va compilata la rateizzazione/mese di riferimento
• l’anno degli importi a debito

Come comportarsi se si sbaglia a scrivere il codice tributo

È importante sapere che ci sono due metodi per correggere un F24 errato. Il primo è con istanza cartacea di correzione del modello F24; in questo caso bisogna inviare una lettera all’Agenzia delle Entrate nel quale è necessario specificare il motivo della collezione allegando il modello da correggere e un documento di riconoscimento. Il secondo metodo si può effettuare online tramite il sistema Civis modifica F24 nel quale si può entrare come utenti Entratel o Fisconline. Nel caso ci fossero intermediari come commercialisti, e si possono comodamente utilizzarlo per i loro clienti. Ecco come si fa:
1. Entrate nel sito dell’agenzia con le vostre credenziali.
2. Nell’area riservata bisognerà accedere al servizio Civis e selezionare la voce “Richiesta modifica F24”indicando le rettifiche da eseguire.
3. Come passo finale avrete in breve tempo il vostro F24 modificato tramite sms o email.