giovedì, 19 settembre, 2019
Raffreddore e mal di gola: ecco alcuni consigli per curarsi da soli

I mali di stagione sono sempre in agguato e, per quanto tentiamo di prevenirli, capita che ci si ammali. Il freddo, gli sbalzi di temperatura, virus e batteri, non sono nostri alleati. Occhi arrossati e tendenza a lacrimare, stanchezza, congestione nasale, mal di gola: innanzitutto, state al caldo e cercate di riposarvi. E poi vediamo insieme dei rimedi naturali per curarsi.

Curare il raffreddore

È consigliabile bere molto. Un rimedio che possiamo adottare, inoltre, è risciacquare il naso con acqua calda salata: questo procedimento lo decongestiona e blocca i virus. In una tazza di acqua bollente, possibilmente distillata, mettete tre cucchiaini di sale e uno di bicarbonato. Fate raffreddare un po’ e poi inalate, una narice alla volta. Potete utilizzare anche delle siringhe di plastica. Tramite il sito curarsibene.it scopriamo che esistono anche fiale d’acqua salata pronte all’uso per pulire le narici. In generale, questo rimedio è utile pure per i gargarismi se avete mal di gola e potete utilizzare la miscela acqua bollente, bicarbonato e sale pure in una pentola, per inalare il vapore. Potete coprire il capo con un asciugamano e attenzione a non scottarvi.

“Zenzero” è un’altra parola da tenere a mente per la cura del raffreddore perché possiede proprietà antinfiammatorie, stimolanti e decongestionanti. Potete farvi una tisana con acqua calda, zenzero fresco, succo di limone e cannella o preparare uno sciroppo con acqua bollente e zenzero fresco, aggiungendo zucchero o miele. Utilissimi anche gli oli essenziali di timo, eucalipto, rosmarino o menta, tra gli altri.

Se avete la sinusite, potete agire con impacchi direttamente sulla zona che vi dà dolore. Ci sono sacchetti di noccioli di ciliegio da scaldare al microonde o, semplicemente, asciugamani umidi e caldi da applicare.

Se il raffreddore non vi permette di addormentarvi o vi fa dormire male, poggiate la testa su due cuscini e tenete il busto leggermente alzato. Ottimo se avete un umidificatore per evitare la secchezza delle mucose nasali.

Il mal di gola: non solo gargarismi

Se avete anche la febbre, bisogna curare l’insieme dei sintomi. Se avete solo mal di gola, uno dei rimedi classici è fare i gargarismi, per esempio con il limone che ha proprietà antibatteriche e contiene vitamina C. Mettete il succo di un limone in mezzo bicchiere di acqua, ripetete i gargarismi diverse volte al giorno. In alternativa, bollite mezzo litro di acqua e lasciate in infusione qualche foglia di salvia e basilico finché l’acqua non si raffredda, poi filtrate e fate i vostri gargarismi. Altro classico: gargarismi acqua e sale.

I gargarismi non sono l’unico modo naturale per curare il mal di gola: potete masticare una radice di liquirizia, un antinfiammatorio naturale, o assumere questa pianta con un decotto. Oppure, potete prepararvi un infuso di chiodi di garofano, facendone bollire un cucchiaino in una tazza di acqua per 15 minuti. Lasciate riposare e filtrate. Se il sapore è troppo forte, optate per il decotto per gargarismi o aggiungete miele.

Un altro tra i rimedi naturali prevede di sciogliere un cucchiaino di miele in un po’ di aceto di mele non filtrato. Aggiungete un po’ di acqua naturale a temperatura ambiente se il sapore è troppo forte.