giovedì, 19 settembre, 2019
Parole che contengono SDR: ecco in questo elenco quali sono

Non molte sono le parole che contengono questo tipo di sillaba. Quante se ne possono ricavare anche da una sola parola associata?

Parole di uso comune nella lingua italiana che contengono la sillaba SDR

Sdraio: sicuramente tutti la conosciamo perché è un oggetto di cui non potremmo mai fare a meno quando andiamo al mare. Può essere di legno, di plastica, di metallo e tela, ma è sicuramente immancabile per una giornata sulla spiaggia in totale relax.

Sdrucciola: È una parola sdrucciola è una parola con l’accento tonico posso sulla per soldi ma sillaba come il tàvolo, èsile eccetera…

Sdrammatizzare: è l’azione di una persona che, nonostante la situazione drammatica, ha comunque voglia di riderci sopra, ed è solita dire qualche battuta per rinfrancare un pochino gli spiriti.

Sdrucito: più che una parola è una espressione semi dialettale, infatti in dialetto romanesco questo termine descriverebbe un capo scucito o rovinato in modo pesante, o comunque qualcosa di veramente malandato.

Sdrucciolìo: è il rumore che viene riprodotto da qualsiasi materiale friabile e quindi dai suoi detriti, specialmente se li si calpesta o schiaccia.

Antisdrucciolo: di solito si riferisce a un particolare oggetto che attutisce il rischio di scivolo. Ad oggi le vetture possiedono ruote protette dalle gomme con questo tipo di tecnologia atte ad evitare qualsiasi danno derivato dall’attraversamento di strade, appunto, sdrucciolevoli.

Sdrogare: è proprio l’atto che si compie per aiutare qualcuno a liberarsi dall’assuefazione delle droghe. È sinonimo di disintossicare. Sdrogarsi è la forma attiva del verbo

Sdrenare: indica l’azione di togliere un qualsiasi tipo di drenaggio (si intende più per quanto riguarda la medicina e in campo automobilistico).

Sdrumare: verbo che proviene dal dialetto friulano inizialmente usato per indicare l’azione del togliere i rami da un albero. attualmente è stato riutilizzato dal dialetto romanesco e sta per ridurre qualcuno in tragiche condizioni, usando la violenza spesso fino alla morte.

Esdra: era un discendente di Aronne per cui apparteneva alla linea sacerdotale era uno scriba c’è un esperto di legge e non potendo svolgere il servizio come sacerdote impiego il suo tempo a studiare la parola di Dio e al momento del ritorno degli ebrei dall’esilio a Babilonia fu capace di servirsi di quanto aveva assunto dai suoi studi. Riuscì a fortificare il popolo ebreo rivalutando l’importanza delle scritture; ma non solo si dedicò allo studio anche alla pratica di ciò che aveva imparato. Il tema del libro di Esdra, nella Bibbia, è infatti la parola di Dio.