lunedì, 18 novembre, 2019
Carte prepagate con Iban: cosa sono e quali sono i vantaggi

Se fino a qualche tempo fa le uniche carte che possedevano un codice IBAN erano quelle di credito, da qualche anno a questa parte, sono sempre di più le carte prepagate che possiedono questo codice. Rispetto alle carte di credito esse funzionano in modo leggermente diverso ma sempre sfruttando un codice IBAN collegato ad un conto corrente.

Come funzionano le carte prepagate con IBAN

Questa speciale tipologia di carte negli ultimi anni stanno avendo un successo sempre maggiore. Esse sono un funzionale strumento di accredito o addebito che hanno le stesse funzioni dei conti correnti. Sopra di esse possono essere fondi come possono essere la pensione o lo stipendio. In questo modo il denaro a disposizione si trova su questa speciale carta prepagata che si può utilizzare al bisogno.

Ogni carta prepagata possiede un codice univoco che la identifica e che quindi fa riferimento ad un solo intestatario con un conto. Con questa carta è possibile effettuare svariate operazioni come effettuare o ricevere un bonifico oppure ricevere accrediti come stipendio o pensione. La carta prepagata può essere dunque utilizzata in modo effettivo come una qualsiasi carta di credito. Le operazioni possibili sono in linea di massima le stesse e quello collegato è un vero e proprio conto corrente. Tuttavia, se si è già in possesso di un conto corrente, perché acquistare una carta prepagata? Bisogna innanzitutto valutare attentamente le differenze, i vantaggi e gli svantaggi che questo cambio comporta.

Carte di credito e prepagate a confronto

Di certo il conto corrente bancario permette di effettuare moltissime operazioni. Il conto può essere controllato costantemente e le operazioni che si possono effettuare sono infinite e non si limitano ai movimenti base. Con il conto corrente bancario e la carta collegata si possono gestire i propri risparmi in modo completo. La carta prepagata non è in grado di sostituire il conto corrente bancario. Le operazioni effettuabili sono molto poche e non assimilabili a quelle del conto corrente bancario. Tuttavia per alcuni questa soluzione potrebbe essere decisamente più conveniente. Questo perché il conto corrente bancario ha dei costi di gestioni talvolta molto importanti che permettono di gestire i propri risparmi come si desidera.

La carta prepagata è utile e vantaggiosa per chi non effettua molte operazioni bancarie. Soprattutto chi magari non ha una famiglia a carico e quindi non ha ancora deciso di mettere da parte dei risparmi, la carta prepagata è di certo una validissima soluzione.

Con essa si potranno gestire i soldi versati sul conto che però non andrà ad accumulare grosse cifre. La carta prepagata offre le operazioni basilari a chi non ha necessità di effettuare moltissime operazioni e quindi non vuole pagare servizi che non usa. Sicuramente in questi casi è una buona scelta ed è di certo un vantaggio poter risparmiare il denaro che le operazioni bancarie comportano. Bisogna sempre però valutare con attenzione quali sono le nostre esigenze per evitare di fare un cambio repentino e non ponderato. Solo una volta certi che il cambio sia efficace possiamo davvero decidere di cambiare la nostra carta di credito con una prepagata.