martedì, 11 dicembre, 2018
Dublino: guida ai siti medievali da visitare

In molti sognano di andarci ad abitare, altri si accontentano di viaggiare e visitarla: Dublino è magica, avvolgente e calorosa, vale la pena che sia vissuta in ogni angolo o quartiere, in ogni bar e pub, in ogni sito ricco di storia.  Ecco i 5 posti della capitale dell’EIRE da non perdere assolutamente.

Dublino: un po’ di storia

La magnifica Dublino è situata sulla costa occidentale dell’Irlanda, precisamente alla foce del fiume Liffey. Le sue origini risalgono a circa 2000 anni fa e il primo scritto che ne attesta l’esistenza fu di Claudio Tolomeo, un cartografo greco, appartenente all’incirca al II secolo a.C.: nel X secolo erano presenti già due insediamenti, uno vichingo e uno celtico. Fu il centro del potere inglese dopo la conquista normanna del XII secolo d.C. e divenne la “Signoria d’Irlanda” nel periodo del Basso Medioevo, e popolata da coloni dell’Inghilterra e del Galles. La Dublino medievale era una piccola roccaforte, talmente intima da essere grande 3 km², all’interno della quale sorgevano i due sobborghi principali di Irishtown e di Liberties.

I luoghi medievali (e non) da visitare

  • Molto è rimasto del Medioevo a Dublino, ed il castello è proprio quello che è meritevole di una prima visita, appena arrivati in città. Risalente al XIII secolo, è una fortezza posizionata sulla sponda meridionale del fiume principale. Era costituito da 4 torri, un fossato e un ponte levatoio, come ogni castello medievale che si può immaginare. Fu voluto da Giovanni d’Inghilterra nel 1204; la maggior parte del castello cedette all’incendio del 1684, infatti ad oggi è rimasta in piedi soltanto la Record Tower. Quando nel 1922 l’Eire divenne una nazione indipendente dalla corona inglese, il castello passò sotto il Governo irlandese vigente.
  • La cattedrale di San Patrizio è un’altro edificio che merita l’attenzione dei turisti: trattasi di una delle due chiese anglicane (quindi protestante). Non è la sede di nessun vescovo e nel 1191 era situata fuori le mura della città. Strutturata in stile gotico ha la particolarità di avere le campane accordate in scala di Re.
  • Fishamble Street era la via principale del commercio durante l’epoca vichinga e medievale. Deve il suo nome alle bancarelle di pesce che erano quelle maggiormente presenti.
  • In Cook Street e nel Blind Quay, si possono osservare i resti delle mura della roccaforte medievale di Dublino, e il St. Abedoe’s Arch, una pota risalente al 1240.
  • Durante il vostro soggiorno a Dublino non potrà mai mancare una visita al Temple Bar, uno dei pub più antichi e in voga della città e la fabbrica della birra Guinness, che offre anche una degustazione alla fine della visita e uno shop dedicato al logo del brand.