martedì, 13 novembre, 2018
Quante sono le province italiane?

Cosa si intende per province? Le province sono enti del territorio che costituiscono una suddivisione dell’amministrazione di secondo livello, inferiore alla Regione e superiore al comune.

Dal punto di vista amministrativo quelle attive sono 80. Tuttavia, nello stesso livello delle province ci sono altre aree di amministrazione, per un complessivo di 107 divisioni del territorio che comprendono:

  • 80 province italiane vere e proprie, attive.
  • 9 ex province della Sicilia, che presenta sei liberi consorzi comunali e 3 città metropolitane.Le province sono state abolite in Sicilia con L.R. n 8 del 24/03/2014.
  • 4 ex provincie del Friuli Venezia Giulia; le province di Gorizia, Trieste e Pordenone sono state abolite con L.R. n 20 del 9/12/16, ed hanno perso la funzione amministrativa il 30 settembre 2017. Udine ha iniziato il procedimento di soppressione il 22/04/2018.  Attualmente in Friuli Venezia Giulia ci sono 18 Unioni Territoriali intercomunali.
  • Per il Trentino Alto Adige ci sono due province autonome.
  • 14 città metropolitane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia)
  • La Valle d’Aosta, regione non suddivisa in province, la provincia di Aosta fu eliminata nel 1945.

Le 80 province italiane sono così suddivise:

  • Toscana, con 9 province, e Firenze città metropolitana.
  • Lombardia, 11 province, e Milano città metropolitana.
  • Emilia Romagna, 8 province, e Bologna città metropolitana.
  • Piemonte, 7 province, e Torino città metropolitana.
  • Veneto, 6 province, e Venezia città metropolitana.
  • Puglia, 5 province, e Bari città metropolitana.
  • Sardegna, 4 province, e Cagliari città metropolitana.
  • Marche, 5 province.
  • Calabria, 4 province, e Reggio Calabria città metropolitana.
  • Lazio, 4 province, e Roma città metropolitana.
  • Campania, 4 province, e Napoli città metropolitana.
  • Abruzzo, 4 province.
  • Liguria, 3 province, e Genova città metropolitana.
  • Molise, 2 province.
  • Umbria, 2 province.
  • Basilicata, 2 province.

In definitiva possiamo notare che, sommando le effettive province delle singole regioni, esse risulteranno 80.

La Sicilia ha abolito le province. Per quanto riguarda la Sicilia, essa è costituita da 6 liberi consorzi comunali, sempre di secondo livello di amministrazione, che hanno preso il posto delle province della regione. Ente di territorio con funzione amministrativa, finanziaria ed ente di regolamentazione.

Le città metropolitane in Sicilia sono tre : Catania, Messina e Palermo.

Valle D’Aosta e Trentino Alto Adige

Per quanto riguarda la Valle d’Aosta, essa è una regione con statuto speciale autonoma, non suddivisa in province. Anche il Trentino Alto Adige, come la Valle D ‘Aosta, è una regione autonoma a statuto speciale, con due province Autonome (Trento e Bolzano)

Il Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia, invece, comprende 18 unioni territoriali intercomunali, che hanno sostituito le province. L’unione territoriale intercomunale ha preso il posto della provincia, ed è un’associazione di comuni. È presente solo in questa Regione. Secondo la sentenza della Corte Costituzionale n 50 la UTI (Unione Territoriale Intercomunale) “non è intermedia a regione e comune, e non può essere definita ente locale, ma costituisce un’associazione tra i comuni”.