mercoledì, 14 novembre, 2018
Halloween: le origini e come celebrarlo

Questa festività , che si può definire pagana, è stata accolta anche in Italia, dopo una secolare tradizione negli Stati Uniti. Soppiantando ormai la festa cristiana di Ognissanti, la notte tra il 31 ottobre e il 1° di novembre, i ragazzi italiani (e anche gli adulti) preferiscono travestirsi da “mostri”, prendendo spunto tra l’altro da film horror e da personaggi leggendari.

Halloween: le origini

Sarebbe meglio però definire ormai le origini di questa festività e perché, erroneamente, è così mal vista dalla fazione conservatrice del Cattolicesimo. Si tratta di una festa celtica, il cui nome Samhain, tradotto in “All Hallows Eve” (trasformatosi poi in Halloween) vuol dire, letteralmente, “vigilia di Ognissanti”. Uno storico di nome Nicholas Rogers ha constatato questo legame. Questa teoria è stata sostenuta da Rhys e Frazer, nell’Ottocento, mentre altri suoi colleghi – come ad esempio Hutton – la confutarono, dichiarando che Halloween esistesse già prima di diventare festa di precetto nell’840 d.C (sotto il pontefice Gregorio IV): infatti, secondo i suoi studi, in Irlanda veniva festeggiata ad aprile, in Inghilterra nel mese di maggio, mentre nei paesi germanici il 1° novembre.

Negli ultimi anni

Ad oggi purtroppo, la festività di Halloween, così esportata secondo la cultura consumistica degli Stati Uniti e del Canada, non ha più quella valenza spirituale, riducendosi a mero sfruttamento economico. Come si può notare, nel periodo precedente alla data del 31 ottobre, le vetrine di ogni negozio cominciano a pullulare di scheletri, zucche e cappelli da strega, oltre che di prodotti di cosmetica per il trucco più spaventoso per una festa in maschera. Anche la tradizionale caccia ai dolcetti, targata dall’epiteto “dolcetto o scherzetto” è divenuta una consuetudine nelle città italiane (nonostante le regole dei condomini lo proibiscano).

Dove e come si può celebrare questa festa?

Essendo una festa diventata “di consumo” e “di moda” fioccano eventi da ogni parte, per ogni fascia di età. Il suggerimento più diffuso (ed è ciò che si fa spesso) è organizzare una bella festa a casa propria in cui si guardano film dell’orrore, tra i più classici quali Scream, la saga di NightmareVenerdì 13, Non aprite quella porta e i più recenti horror splatter Saw l’enigmistaHostel eccetera eccetera: insomma qualsiasi cosa vogliate, a vostro rischio e pericolo (di spavento).

Potete partecipare a vari eventi e conoscere altre persone con la vostra passione per il travestimento ad Halloween. Per questo vi segnaliamo il Lucca Comics and Games, che ospiterà un evento a tema, come pure i parchi Gardaland e Mirabilandia, per una gita fuori porta da brivido. A Roma ci sono principalmente eventi per bambini, ma anche persone più grandi, dal parco di Rainbow Magic Land e a Pomezia, allo Zoomarine.

Se siete persone più tranquille, che mai e poi mai si sognerebbero di partecipare ad eventi mondani fuori o dentro casa, potete godervi una bella tazza di tè caldo e guardare serie come Good Witch e, se avete figli, Una strega imbranata oppure una serata al cinema a guardare il film in uscita Lo schiaccianoci e i quattro regni fa al vostro caso.