I prestiti Inps vantaggiosi per i lavoratori pubblici | Cice2012
domenica, 19 agosto, 2018

prestiti vantaggiosiIl 2015 è stato un anno molto florido per l’erogazione dei prestiti personali vantaggiosi. Banche e realtà del settore hanno, infatti, implementato il catalogo delle loro offerte arricchendolo con proposte altamente vantaggiose, finalizzate al soddisfacimento delle necessità clientelari più disparate.

Tuttavia, va precisato che l’ambito dei prestiti personali è piuttosto complesso, strettamente legato, a sua volta, ad una serie di credenziali indispensabili per certificare la reale solvibilità di un’erogazione finanziaria dalle somme, spesso e volentieri, molto alte. Garanzie che un ente pubblico, per esempio, può permettersi di assicurare sia da un lato che dall’altro, appoggiandosi su quella che è l’effettiva partecipazione del beneficiario finale.

Per i dipendenti della pubblica amministrazione, c’è la comoda alternativa riguardante i prestiti erogati direttamente dall’Inps, un’agevolazione fiscale estremamente conveniente poiché ben al di sopra degli invitanti tassi d’interesse proposti dalle banche, o dalle rate modificabili in qualunque momento e senza costi aggiuntivi. I prestiti personali ex Inpdap godono, quindi, di una certezza strutturale abilissima nel colmare le pendenze e lacune finanziarie dei lavoratori pubblici, colpiti anche loro dai precari effetti di una crisi generalizzata che non lascia alcuna via di scampo.

Premesso ciò, è opportuno approfondire tale discorso e comprendere quale siano i reali benefit di questa tipologia di prestiti.

Innanzitutto, i prestiti ex Inpdap possiedono un tasso d’interesse al 4%, nettamente vantaggioso e inferiore a quella che è la media fornita dalle banche, stimabile intorno al 7%. L’erogazione della somma pattuita avviene, poi, in tempi molto più rapidi di quanto accadeva in passato, poiché sospinta da un processo burocratico all’avanguardia il cui obiettivo principale è aiutare una sua risorsa umana in palese difficoltà. Per quanto riguarda la modalità di richiesta del prestito personale, essa può essere effettuata compilando online l’apposito modulo presente sul sito ufficiale dell’Inps: un riferimento importante, anche perché, grazie ad esso, si ha accesso ad una serie di informazioni a dir poco utili per la corretta esecuzione del tutto.

Inoltre, i prestiti personali ex Inpdap possono essere rimborsati in 48 rate mensili che vengono trattenute direttamente dalla propria busta paga; l’importo di quest’ultime, poi, non supera mai il valore di 1/5 del proprio reddito mensile.

Continua a leggere su: http://www.24economia.com/prestiti-personali-vantaggiosi-come-scegliere-offerte-migliori/