mercoledì, 17 luglio, 2019
Ricostruzione unghie: quale tipo di forma scegliere?

Ogni donna ha una forma preferita dell’unghia; molto spesso si impegna da sola a limarla secondo il proprio gusto, utilizzando come base la propria unghia naturale. Io sono invece donne che preferiscono la ricostruzione con una forma dell’unghia particolare. Vediamo quali sono queste forme più popolari create dalla maggior parte delle onicotecniche, così da superare la vostra indecisione.

Le varie forme dell’unghia ricostruita

C’è da dire innanzitutto che la forma dell’unghia è importante perché è un aspetto che modifica la silhouette della mano, quindi bisogna stare molto attente alle proprie scelte: una forma sbagliata, o effettuata in modo approssimativo potrebbe creare diversi problemi, sia estetici che pratici. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono queste forme:

  • Forma quadrata: è certamente la forma più comune e più richiesta, ma non è esattamente portabile per un motivo ben preciso. Avendo gli angoli più definiti c’è il pericolo che un semplice urto, anche di lieve gravità, può cambiare completamente la forma dell’unghia quadrata e obbligare la persona a limarle gli spigoli.
  • Forma “squoval”: a differenza della prima già descritta questa è una forma squadrata ma ha gli angoli più smussati, decisamente più elegante e adatta a tutti i tipi di mani, per questa è una delle più scelte
  • Forma tonda o ovale: non c’è bisogno di descriverla più di tanto, è semplicemente una “evoluzione della squoval”, solo più tondeggiante e corta, mentre quella ovale è adatta per le unghie leggermente più lunga.
  • Forma a mandorla: se avete presente una classica mandorla, sarebbe a dire il frutto secco, allora capirete di che forma si tratta; è considerata da molti molto elegante, ma può essere anche molto volgare, dipende dal colore con la quale è decorata e quanto è lunga. La variante ancora più appuntita è la mandorla gotica, più assottigliata alla punta.
  • Forma a “ballerina”: una delle forme più richieste assieme a quelle classiche, è come un’unghia a mandorla con la punta tagliata e limata.
  • Forma a stiletto: a differenza della mandorla gotica lo stiletto è ancora più assottigliato e può anche essere pericoloso per chi non è abituato alle forme troppo lunghe e affusolate. C’è anche chi ci ha fatto l’abitudine per cui portarle non risulta difficile (beate loro). Non piace a tutte.
  • Forma a “pipe”: caduta di moda perché molto ma molto scomoda, tranne per chi (come chi ssceglie lo stiletto) è abituato a portarle.
  • Forma “lipstick”: si tratta di una forma di invenzione piuttosto recente. Se avete presente un rossetto, come si presente nella sua confezione originale allora la avrete presente di sicuro. Infatti l’unghia “scolpita in questo modo presenta una punta obliqua. Non è molto apprezzata dalla maggior parte delle donne ed è considerata piuttosto bizzarra e “trash”.