martedì, 27 Ottobre, 2020
Quarzo: cos’è? A cosa serve? Utilizzi e prezzi

 

Tra i minerali più conosciuti esistenti sula terra, il secondo, per abbondanza, che si conosce ed utilizza, è sicuramente il quarzo. Per quanto riguarda l’etimologia del nome, questa non ha origini certe, ma si crede che possa risalire al periodo medievale, veniva chiamato “tvurdu” nell’antica lingua slava voleva stare a significare “duro”. Per quanto riguarda invece il termine italiano la sua prima traduzione risale al 1550, in un testo latino vado a Venezia, si affermava assistenza di questo minerale che attraversava la roccia, ed il termine tedesco con la quale veniva definito era “querz”, tradotto poi in “quarzo”. In natura il quarzo si presenta in diverse varietà ed una prima distinzione che può essere fatta tra i tipi di quarzo conosciuti è quella della loro provenienza ossia la macrocristallina, microcristallina o criptocristallina; la specie macrocristallina è caratterizzata da quarzi singoli che possono essere visti anche ad occhio nudo, la specie microcristallina invece si può vedere solamente al microscopio ed infine la specie criptocristallina che è un insieme di aggregati di cristalli che non sono visibili nemmeno al microscopio.

A cosa serve

I quarzi, come tutti i minerali di questo tipo, vengono impiegati per diversi scopi, primo tra tutti, l’utilizzo nella cristalloterapia, poi per la produzione di gioielli, perle in quarzo ed infine per la realizzazione di piccole decorazioni, molto conosciute le lampade di quarzo rosa o ancora le uova di quarzo. Ma i suoi usi non sono sempre uguali, poiché l’impiego dipende anche dalla tipologia di quarzo dal momento che ne esistono diverse tipologie, differenti per colore e di queste se ne conoscono davvero moltissimi tipi. Il quarzo viene anche utilizzato per ricreare rivestimenti e pavimentazioni anche per la realizzazione di apparecchi ottici ho ancora per la creazione bulbi per lampade alogene. Gli ultimi utilizzi di questa pietra, vengono molto spesso ignorati come anche il suo utilizzo come materia prima nella produzione del vetro.

Utilizzi e prezzi

Come già accennato tra gli utilizzi più comuni vi è quello in cristalloterapia, soprattutto del cristallo di rocca o anche quarzo ialino, una pietra trasparente molto simile al vetro utilizzata per la pulizia delle negatività e la purificazione. Per quanto riguarda il prezzo dei quarzi partendo dal materiale grezzo e basandoci sul più classico dei quarzi ossia il cristallo di rocca, sarò possibile acquistarlo anche on-line ad un prezzo di circa €15 al chilogrammo. Ovviamente durante la lavorazione, il quarzo subisce un aumento di prezzo a seconda di ciò che si andrà a costruire e dunque anche a seconda del tipo di quarzo utilizzato.