domenica, 20 Settembre, 2020
Allenamento parkour: cos’è, come si pratica, pro e contro

Quando si parla di parkour, sì parla di una vera e propria arte associata ad un metodo di allenamento molto completo; per molti una base di partenza per altri diviene un modo per curare la propria sicurezza e la velocità.  molte volte sul web ci imbatte si possono vedere persone che saltano da un balcone ad un altro oppure si ritrovano a scalare i muri di immensi ed edifici continuando ad arrampicandosi sui tetti o rimanendo in equilibrio ad altezze davvero vertiginose.

Il parkour nasce ed arriva dalla strada, uno sport fatto di azioni inizialmente rudimentali che si imparavano anche in casa, a divenuta una vera e propria disciplina sportiva ad oggi studiata e praticata in palestre appositamente dedicate ad essa.

Come si pratica

Praticarlo non è difficile e chiunque può, basta possedere coraggio e voglia di mettersi in gioco. L’approccio è molto naturale e fa ritornare l’essere umano alle origini. Attraverso un allenamento mirato e specifico possibile riuscire a svegliare una serie di capacità che non si credeva neanche di possedere; l’approccio deve essere intelligente e le prestazioni commisurate alla propria fisicità e dal tempo che sia da dedicare per lo sviluppo di questa disciplina.

Può essere praticato sia all’interno di strutture con percorso ad ostacoli all’esterno durante la bella stagione. Nelle strutture organizzate per questo tipo di disciplina vi sono degli istruttori che insegnano tutti gli esercizi necessari a sviluppare anche i muscoli ed a superare l’insicurezza degli ostacoli.

È possibile allenarsi utilizzando delle riproduzioni che si incontrano normalmente nella quotidianità come scale, impalcature, muri di legno, importanti gradinate e ringhiere. Questa disciplina mira ad un miglioramento motorio e dunque praticabile a qualsiasi età ovviamente più si è giovani, più si è coraggiosi e più si ha la possibilità di sviluppare particolari capacità. Ovviamente gli obiettivi saranno raggiunti solo se si sarà disposti ad impegnarsi e la base di allenamento per questa disciplina è di almeno 2/3 volte alla settimana.

Pro e contro

Non vi sono moltissimi contro a questa disciplina ma vi sono molti pro; di contro vi è sicuramente che chi la pratica deve avere ottimo coraggio e voglia di osare ma anche riflessi particolarmente pronti e parecchia agilità.

A favore del parkour vi è sicuramente la possibilità di un ottimo sviluppo articolare e motorio, che vi consentirà di muovervi meglio ma anche il superamento di certi limiti che spesso ci imponiamo e questo non solo a livello fisico ma anche mentale, poiché essere propensi a superare i propri limiti fisici, fa sì che si possano superare anche quelli mentali.