Mese: gennaio 2016

Cartomanzia: una guida per scoprirla a fondo

cartomanteUna delle esigenze che ha finora accompagnato gli esseri umani in tutti i periodi storici, compreso quello attuale, è il pressante bisogno di ricevere delle rassicurazioni circa le dimensioni più ignote dell’esistenza, come gli eventi del futuro prossimo e più lontano, i pericoli incombenti e le strade da intraprendere quando si arriva in prossimità di un bivio. È proprio da questi intimi bisogni che si è sviluppata l’arte della cartomanzia della quale andiamo qui di seguito ad analizzare i dettagli, tracciando i confini rispetto ad altre attività considerate erroneamente simili e osservandone da vicino le tecniche.

Anzitutto definiamo cosa non è la cartomanzia, che si distingue infatti da altre pratiche divinatorie come l’astrologia (che studia il movimento dei corpi celesti e il loro presunto influsso sui comportamenti umani), la chiromanzia (che tenta di individuare i tratti psicologici di una persona osservandone la forma della mano) e la numerologia (che si basa sull’analisi delle relazioni tra i numeri).

Come è strutturata la cartomanzia

La cartomanzia utilizza invece le carte, nello specifico i tarocchi, come strumento per svelare la personalità degli individui e rivelare loro le ragioni più profonde del loro comportamento, cercando di individuare delle linee di azione verso scenari futuri. Da questo punto di vista, non si tratta di una vera e propria interpretazione delle carte finalizzata ad una predizione di eventi, quanto piuttosto di una consulenza personale e auto-conoscitiva che tende ad ampliare la consapevolezza di sé e quindi delle conseguenti da azioni da intraprendere nella vita.

É per questo che le qualità tipiche possedute da un cartomante (anche se sarebbe meglio dire “una” cartomante, visto che la maggior parte sono di sesso femminile) sono la sensibilità, la capacità di osservazione e di ascolto, l’abilità nel mettere a proprio agio le persone ed accompagnarle nel loro percorso di introspezione. Non si tratta quindi di specialisti della preveggenza, dotati di poteri miracolosi di disvelamento del destino degli essere umani, ma di persone capaci di intraprendere un percorso di scoperta e di analisi. Allo stesso modo, non si deve confondere la cartomanzia con la pratica psicologica, che si base su principi prettamente medici e terapeutici.

Perché sceglierla?

Chi si rivolge ai cartomanti, anche solo per un consulto gratuito, è di solito una persona che si trova a fronteggiare delle difficoltà esistenziali, di solito legate all’ambito professionale, relazionale, familiare ed amoroso. Si richiede generalmente un supporto circa le decisioni che si riveleranno più utili, meno dannose e più costruttive nel futuro più vicino. In questo caso, i cartomanti instaurano un rapporto con il richiedente, finalizzato ad individuare le risorse che si possiedono per superare gli ostacoli ed acquisire il coraggio e la motivazione a mettersi in gioco, effettuare dei cambiamenti o scansare delle potenziali minacce evitando di mettere in atto determinati comportamenti.

Da ciò si capisce quindi che una cartomante non potrà indirizzare una persona verso la giocata vincente in un gioco d’azzardo, né potrà fornirle le coordinate precise per un’operazione finanziaria dai risultati milionari. È bene quindi bilanciare le aspettative quando ci si rivolge a questo tipo di servizi, interpretandoli come un supporto personale o una consulenza speciale per ottenere dei suggerimenti nel momento in cui ci si trova di fronte a situazioni particolarmente delicate.

Le tecniche utilizzate dai cartomanti possono variare a seconda dello strumento interpretativo utilizzato, ma di solito si basano sull’analisi delle carte e della loro posizione sul tavolo. Le diverse combinazioni che vanno a crearsi verranno lette ed interpretate dalla cartomante, che cercherà così di svelare al richiedente gli scenari esistenziali e proporre eventuali suggerimenti. Il mazzo utilizzato è di solito quello dei tarocchi, che consiste in 78 carte con diverse figure e simboli, originarie dei giochi popolari risalenti al XVIII secolo in Italia ed in Francia.

Combatti la tosse con rimedi naturali

73672813

Al posto dei soliti medicinali prova le soluzioni naturali che ti doneranno un sollievo immediato senza controindicazioni.

Se hai il catarro, sfrutta le proprietà antibatteriche, antivirali ed espettoranti delle foglie di alloro. Prepara un decotto sminuzzando 3-4 foglie e lascia bollire per tre minuti: bevine due tazze al giorno.

Puoi alleviare i sintomi anche con un olelito fatto in casa facendo macerare 100 g di foglie secche in 100 g di alcol a 95°. Versa il tutto in un litro d’olio d’oliva e fai cuocere a bagnomaria per 6 ore. Usa l’oleolito per un massaggio balsamico sul petto, sulla gola e applica qualche goccia anche sulle narici per favorire l’azione fluidificante.

Cosa fare per la bronchite

Se hai la bronchite, invece, prova il geranio africano, ottimo per il raffreddore e l’influenza, ma anche per le faringiti e le tonsilliti grazie alla sua azione antivirale.

In farmacia si trova in compresse o sciroppo: se riesci a prenderlo all’inizio della malattia, il geranio ucciderà i batteri, ridurrà la diffusione del virus e il rischio di sovrainfezioni batteriche, diminuendo, poi, l’uso di farmaci.

Tosse notturna

Se invece la notte combatti contro una tosse fastidiosa e stizzosa prova la drosera, che contiene sostanze calmanti e fluidificanti come la plumbagina e i flavonoidi, indicata come sedativo della tosse secca che tormenta soprattutto di notte.

La trovi in erboristeria sotto forma di sciroppo: quando la tosse non dà tregua, prendine 15 ml ogni mezz’ora per le prime due ore, poi un cucchiaio ogni 3-4 ore, e successivamente basteranno 3 assunzioni quotidiane.

Il Centro assistenza di Sky

Sky-2-Sky è uno dei provider di servizi televisivi (e ora anche di internet e telefono, insieme a Fastweb) più utilizzati e popolari in Italia. Alla luce dei numerosi pacchetti offerti agli utenti, è essenziale per la società mettere a disposizione dei clienti un efficiente centro di assistenza, finalizzato ad orientarli al momento della scelta del prodotto e a risolvere i problemi di natura tecnica relativa ai vari abbonamenti, utilizzando diversi canali, come il telefono, la chat, la mail e il contatto diretto nei centri di supporto.

I prodotti Sky

Sky offre una serie di prodotti che si adattano ai diversi gusti del pubblico televisivo: contenuti per famiglie e bambini, film in esclusiva per gli amanti del cinema, coperture di eventi sportivi e vari canali opzionali. Le funzionalità offerte dal sito internet consentono di ottenere le informazioni più importanti sui servizi, come istruzioni per scegliere ed attivare l’abbonamento, la descrizione dei pacchetti ed i piani tariffari. Il web non può comunque fornire tutte le risposte a qualsiasi problema, per cui la società ha messo a disposizione dei clienti gli Sky Service, situati nel territorio nazionale. Si tratta di centri autorizzati dove si potranno ricevere consulenze sul servizio e sottoscrivere gli abbonamenti; inoltre, qui si potrà richiedere la sostituzione dei dispositivi Sky non più funzionanti, come smart card, telecomandi e decoder) o restituirli una volta concluso il contratto di abbonamento. Nel sito internet ufficiale si può reperire l’indirizzo dello Sky Service più vicino al luogo di residenza.

Contatti utili

Sempre nel sito internet, cliccando nell’icona “assistenza”, si potrà accedere all’area multicanale per risolvere i problemi di natura tecnica e ricevere consulenze personalizzate. Un intuitivo motore di ricerca permetterà di selezionare la tipologia di servizio richiesta, che potrà essere discusso via chat con un operatore o chiamando servizio clienti attivo tutti i giorni della settimana delle ore 8:30 alle 22:30 (se vi serve il numero al volo, al seguente link potete trovare facilmente il numero verde del servizio clienti Sky), mentre è possibile chiamare anche via Skype o telefono mobile, con le tariffe fissate dal fornitore del servizio. É inoltre a disposizione il canale della mail, con il quale si potrà esporre in maniera pratica il problema, ricevendo una rapida risposta dagli operatori.

Moda capelli: il greige spopola

Entfärben graues HaarIl greige è un mix di biondo miele, grigio e bianco, un colore che fa tendenza dal parrucchiere negli ultimi tempi, fino a diventare la sfumatura glam del momento.

Le novità del greige

Il greige è composto da tinte evanescenti, nuances neutre ma non naturali che donano subito un’aria contemporanea al look. Questo effetto sta bene a molte, ma non a tutte.

E’ perfetto per le più giovani con la pelle chiara e rosata, possono tranquillamente provarlo in tutte le sue gradazioni. Infatti, il greige valorizza l’incarnato e accentua l’immagine eterea della donna bionda angelica. Se, invece, hai una carnagione più scura, olivastra è meglio optare per una variante più calda con una punta di rosa, per un effetto milkshake alla fragola.

Evita i tagli maschili troppo corti e non applicarlo su chiome ricce e crespe. Sì, invece, a pettinature medio-lunghe, in versione mossa. Vi chiederete come si ottiene questo colore?

In effetti, la procedura è lunga, richiede molta pazienza e grande impegno.

Ci vogliono in media dai 2 ai 4 passaggi di decolorazione, ognuno da 40-50 minuti di posa, si prosegue, poi, con un tonalizzante: ciocche sottilissime di capelli vengono riflessate con 2-3 nuances diverse ma sempre tono su tono, fino ad ottenere il greige desiderato.

Piccoli consigli che possono far comodo

Chiedi al tuo parrucchiere di utilizzare un decolorante non al di sopra dei 20-30 volumi per non danneggiare i capelli.

Lascia la radice più scura per evitare di decolorare ogni 3 settimane.

Utilizza uno shampoo e un balsamo ad hoc per evitare l’effetto paglierino e mantenere il colore.

I primi passi da fare per partire al meglio con il trading online

Trading-Indici-di-BorsaGli aspiranti trader che intendono dedicarsi al trading online tendono spesso a farsi prendere dall’entusiasmo, commettendo l’errore di saltare dei primi passi essenziali per realizzare dei profitti. Chi si dedica alle piattaforme online sa bene quanto sia contagiosa l’ebrezza che si prova al momento delle trattative, ed è per questo che chi apre un account non vede l’ora di mettersi alla prova con le funzioni dell’interfaccia. Purtroppo la forte motivazione ad iniziare a tradare con il Forex, i CFD o le opzioni binarie, non è sempre accompagnata dalla prudenza: è infatti molto elevato il numero di trader che riesce a perdere l’intero deposito e il bonus iniziale ricevuto per mancanza d’esperienza. Uno strumento che consente di colmare le lacune iniziali è il conto demo (come si può apprendere da http://www.tradingonlinedemo.biz/), di cui analizziamo qui le caratteristiche di base.

Prima demo e poi denaro reale

Ancora prima di cimentarsi con gli importi reali, è opportuno dedicare del tempo al consolidamento delle proprie competenze di trading, concentrandosi su due ambiti: lo studio delle basi finanziarie e del funzionamento dello strumento scelto e l’esercitazione con gli importi virtuali del conto simulato. Nel primo caso, si potranno usufruire delle risorse contenute nel sito ufficiale del broker (glossari, e-book, video tutorial), che provvederà anche a fornire all’utente il materiale didattico, sotto forma di webinar o assistenza personalizzata. Per quanto riguarda il secondo punto, occorre precisare che non tutte le piattaforme mettono a disposizione un conto demo, per cui sarà opportuno scegliere i broker che prevedono questo servizio, possibilmente in modalità gratuita ed illimitata. Questo significa che il trader non sarà obbligato a versare un deposito per accedere alla simulazione, e che il capitale virtuale che si potrà utilizzare nel training non avrà limiti, né di entità, né temporali.

L’importanza dell’esperienza

Esercitarsi regolarmente con un conto demo costituisce la prima tappa per sviluppare le abilità  necessarie al fine di navigare tra le burrascose acque del trading online. Non solo si potranno affinare le competenze finanziarie, imparando ad usare con rapidità gli strumenti della piattaforma, ma si comprenderà al meglio l’importanza della dimensione emotiva e psicologica di questa attività: imparare a mantenere i nervi saldi sarà fondamentale, soprattutto nelle fasi più calde delle contrattazioni con le interfacce.

La pasta ripiena: uno sfizio senza sensi di colpa

ravioliI ravioli, per esempio, dovrebbero essere un piatto unico, poichè la pasta ripiena è sempre ricca di calorie. Li mangiamo, magari, come un primo, seguitiamo con il secondo col contorno, e concludiamo con il dessert. Poi, arrivano i rimorsi per aver mangiato troppo, per aver buttato all’aria i sacrifici fatti per smaltire quei chiletti in più.

Allora per raggirare il senso di colpa, le strade sono due. Considera i tortellini, ravioli e cappelletti, dei semplici extra senza troppe preoccupazioni, cercando di compensare la sera prima e il giorno dopo con pasti leggeri e molte verdure. Oppure adotti qualche piccolo trucchetto per non eccedere con le calorie.

Consigli per la pasta fatta in casa

Prova  a preparare la pasta senza uova e con poco sale: quando fai la pasta in casa elimini la possibilità di conservanti o insaporitori nei ripieni.

Utilizza sughi e ripieni light: prepara i ripieni a base di verdure, preferisci il pesce alla carne, e sostituisci i formaggi previsti come condimento, con ricotta fresca magra.

Se prepari i ravioli di carne puoi condirli con un sugo di pomodoro molto semplice che dà colore al piatto ma conserva la sua genuinità e leggerezza.

Se fai i tortellini in brodo prediligi il brodo vegetale, soprattutto se è previsto un secondo a base di carne, per alleggerire il pasto.

Modera le dosi. Quando ti servi il piatto conta i pezzi e mantieniti tra i 6 e i 10 a seconda della grandezza. Non mangiare pane, per non esagerare con i carboidrati.

Metodi di Forex scalping

forex-signalsIl metodo dello scalping con il Forex rientra nella categoria delle strategie di day trading, ossia le operazioni con le quali si tenta di realizzare dei profitti nel breve termine e quindi nell’arco di tempo di una giornata.

Negoziando con i CFD, sia azionari che valutari, è possibile dedicarsi al trading a medio o lungo periodo, chiudendo le posizioni anche a distanza di settimane dal momento in cui queste vengono aperte, sfruttando così la funzione “overnight” (che consente di mantenere l’ordine operativo anche durante le ore notturne) al costo di una commissione. Il vantaggio del day trading consiste invece nell’incassare rapidamente gli eventuali profitti realizzati nell’arco di poche ore, e al fine di ampliare i margini di guadagno si può utilizzare la tecnica dello scalping. Con questa funzione si impostano più ordini su diversi cross, con l’intento di ottenere più profitti nello stesso arco di tempo; questi potranno essere anche limitati, ma la loro totalità al termine della sessione giornaliera di trading potrà essere consistente. Ovviamente si andrà incontro a delle perdite, che saranno statisticamente controbilanciate da un numero maggiore di ordini andati a buon fine. Si tratta di un approccio particolarmente “aggressivo”, che richiede abilità di multi-tasking per monitorare più fronti contemporaneamente ed una piattaforma funzionale e veloce al fine di effettuare gli ordini nel minor tempo possibile.

Indicatori più importanti

Il trader dovrà inoltre affidarsi a strumenti di trading automatico, come lo stop loss e take profit, oltre a segnali di trading e software di analisi tecnica particolari. Tra questi vi è anche il Parabolic SAR (che potrete approfondire su http://www.tradingonline.me/strategia-forex/scalping/parabolic-sar), dove SAR sta per “stop and reverse”. É un indicatore che consente di monitorare l’andamento di una quotazione valutaria identificando il momento di inversione di una tendenza attraverso una serie di punti visualizzati in un grafico a candele. Concentrandosi proprio su questi livelli, il trader potrà vendere o acquistare quando il valore raggiungerà i punti indicati nel grafico Parabolic SAR. Non sempre le tecniche di scalping possono garantire un profitto: si consiglia di applicare questa strategia solo  quando i valori di un determinato cross presentino una spiccata oscillazione, nell’imminenza di eventi macro-economici rilevanti o in presenza di chiari trend nei mercati. In caso di stagnazione, il rendimento con questa tecnica potrebbe infatti risultare nullo.

La grande generosità di Mark e Priscilla Zuckerberg

markzuckerberg1Alla nascita della figlia Max il 1° dicembre, l’imprenditore Mark Zuckerberg, ha deciso di devolvere in beneficenza il 99%  delle azioni di Facebook, circa 45 miliardi di dollari.

Somma che va aggiunta ai 320 milioni donati in precedenza ad associazioni, scuole ed ospedali.

Si sa, dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna.  Priscilla Chan, moglie del sesto uomo più ricco del mondo, l’ha reso più generoso, dicono le persone vicine alla straordinaria coppia.

La moglie di Mark Zuckerberg

Di lei non si sa molto, solo poche informazioni: figlia di genitori vietnamiti rifugiati in America dopo la caduta di Saigon nel ’75, è la primogenita di tre figlie.

Studentessa brillante esce dalla Quincy High School nel 2003 con il massimo dei voti. Prosegue gli studi ad Harvard, fino al 2007 alla facoltà di Biologia e poi Medicina in California. Il suo sogno è diventare pediatra.

A Palo Alto, l’anno prossimo aprirà , una scuola privata di cui è fondatrice e direttrice,The Primary School. I suoi studenti saranno ragazzini di origini molto modeste, seguiti dall’asilo al diploma, spese sanitarie incluse.

La Chan, con la partecipazione del marito, ha dato vita all’associazione The Clan Zuckerberg Initiative per sposare cause umanitarie e favorire l’uguaglianza. Ed è proprio a questa fondazione che l’imprenditore ha devoluto il 99% delle sue azioni che verranno rese effettive nel corso degli anni.

Entrambi tengono molto al loro privato e alla loro normalità: non si sono mai montati la testa conducendo una vita defilata, lontana dai riflettori e dall’eccessiva mondanità.