Mese: novembre 2015

Sky non si vede? Ecco chi bisogna contattare

Sky-2-E’ ormai risaputa la molteplicità di canali e servizi che vengono offerti da Sky, autentico colosso fra le emittenti satellitari con in grembo una vasta gamma di programmi legati a vari ambiti dell’intrattenimento, dell’informazione, dello sport, della musica e chi più ne ha più ne metta. Per quanto, però, possa sembrare ben lontana dal cadere vittima di guasti, imprevisti e malfunzionamenti, anche Sky deve fare i conti con criticità del genere proponendo soluzioni a distanza o a domicilio, a seconda dei casi in questione.

Prima di ricorrere al classico servizio clienti, si può optare per rimedi fai da te facilmente applicabili grazie a dei piccoli accorgimenti tecnici e strutturali. Innanzitutto, va detto che la parabola satellitare di Sky è continuamente esposta a tutta una serie di intemperie (come pioggia, neve e grandine) che, a lungo andare, possono anche danneggiarla in maniera pressoché irreversibile.

Come risolvere il problema con Sky

Qualora si concretizzasse questo inconveniente, il segnale è destinato a perdersi portando, così, all’interruzione della visione dei programmi. Per cercare di ovviare da soli a tale criticità, bisogna accertarsi che il decoder funzioni correttamente utilizzando il tasto Menù del telecomando di Sky; subito dopo, occorre spegnere e riaccendere il predetto decoder per verificare se la problematica sia sorta a causa di un inceppamento temporaneo.

Oppure, si può selezionare la voce Diagnostica ed effettuare il test del ricevitore che, dopo pochi minuti, visualizza la qualità e lo stato del segnale dalla parabola. Se il ricevitore funziona, quindi, tocca dare un’occhiata alla parabola. Il primo passo da fare è spegnere il decoder e staccare la spina dalla corrente, dopodiché, bisogna staccare il filo della parabola dal ricevitore, accertarsi di eventuali fili scoperti o bruciati, e riavvitarlo nuovamente. Il tutto, ovviamente, nella massima sicurezza. Se il problema persiste, bisogna intervenire fisicamente sulla parabola mediante l’aiuto di un tecnico specializzato

Se, poi, si è intenzionati a saltare tutti questi passaggi, pur spendendo qualcosa in più, ci si può rivolgere al servizio clienti e assistenza dell’azienda (su questo sito puoi recuperare tutti i contatti di Sky) componendo l’apposito numero verde, attivo tutti i giorni dalle 8.30 alle 22.30. Un servizio telefonico rispettabilissimo per dare una mano ad una vasta utenza di riferimento e risolvere qualsiasi richiesta.

Jamie Oliver e il comfort food

stella-soul-food-j_2280300bE’ in libreria il nuovo lavoro di Jamie Oliver, Comfort Food, il cuoco inglese che cucina italiano e batte ogni record.

I suoi libri di cucina, quest’ultimo è il 19esimo, hanno venduto oltre 50 milioni di copie, conta 4,5 milioni di fan su Facebook e 4,8 milioni di follower su Twitter. Piace sempre, piace ovunque. Il suo modo di comunicare è leggero e diretto, le sue ricette sono varie e gustose. Il suo motto è « Massimo piacere, minimo sforzo» .

Comfort food nel libro di Jamie Oliver

Nel suo ultimo libro, Jamie raccoglie le ricette che promettono la felicità: « Il comfort food è il miglior cibo al mondo, ti fa sentire come quando ricevi un grande abbraccio. Non è esattamente sano o salutare, anzi solitamente ha qualche carboidrato in più che fa smuovere gli ormoni ma proprio per questo ti fa sentire felice».

Nel 2003 Jamie viene nominato membro dell’Ordine dell’Impero britannico: la sua ricchezza, oggi, si aggira attorno ai 200 milioni di euro. Lo chef inglese ha una catena di 15 ristoranti nel sud dell’Inghilterra chiamati i Jamie’s Italian: la sua passione per la cucina italiana è fonte d’ispirazione e anche di guadagno, direi.

Partecipa in alcune serie tv che sono trasmesse in oltre 200 Paesi. Le più amate sono: The Nacked chef, in cui gira in vespa per Londra cercando prodotti genuini, Jamie’s Kitchen dove è il professore di un gruppo di giovani che, a fine corso, avranno un posto nel suo ristorante, e Jamie’s School Dinners, dove cerca di migliorare la qualità dei pasti nelle mense scolastiche inglesi.

I prestiti inpdap, il tan e il taeg

inpdap-finanziamenti

Avete mai sentito parlare dei prestiti Ipdap? Siamo sicuri di si, in quanto questi erano considerati i finanziamenti agevolati per eccellenza. Stiamo parlando al tempo passato perchè, va detto, che oggi l’istituto inpdap non esiste più in quanto è stato assorbito dall’Inps che continua ad erogare questi prestiti convenienti a lavoratori della pubblica amministrazione e pensionati.

Visto che nel parlare comune si continuano a chiamare prestiti inpdap lo faremo anche noi, anche se voi lettori saprete che ad erogare la somma richiesta sarà l’Inps. Continue reading “I prestiti inpdap, il tan e il taeg”

Definizione e particolari della Borsa mondiale

Andamento-borse-638x425Solo pochi anni fa sembrava impossibile, ma ora è realtà: grazie alle piattaforme di trading online, ogni trader che ha aperto un conto con un broker può  negoziare sulle Borse di tutto il mondo. Vediamo qui alcuni particolari della Borsa mondiale e come ci si può accedere.

Lo sviluppo delle reti internet, i progressi degli istituti bancari con l’home banking e il continuo miglioramento delle interfacce offerte dalle agenzie finanziarie ci permettono oggi di operare sui mercati azionari globali in piena comodità, negoziando su titoli ed azioni da casa con il nostro computer. I servizi dei broker ci aprono le porte sui mercati di tutto il mondo, da New York a Parigi, da Sydney a Shanghai, ed è per questo che l’operatività è attiva 24 ore su 24.

L’acquisto di assets

Nelle più importanti Borse valori del pianeta si opera continuamente sulla compravendita dei cosiddetti assets, ossia azioni, indici, beni di consumo, materie prime e valute internazionali. Se in passato solo degli enti autorizzati o degli agenti intermediari avevano accesso a queste negoziazioni, ora qualsiasi trader può partecipare alle operazioni sui mercati mondiali tramite le piattaforme online. Nello specifico, gli strumenti di trading sono tre: il Forex, che si concentra sulle valute internazionali, le operazioni con i CFD, applicabili a qualsiasi tipo di asset in tutti i mercati globali, e le opzioni binarie, anch’esse associabili ad una vasta gamma di asset. Utilizzando al meglio questi strumenti, sarà possibile ottenere dei profitti consistenti, senza dover necessariamente possedere il sottostante, ossia l’azione, indice, valuta o bene sul quale si opera.

Chi volesse focalizzare l’attenzione sulle Borse mondiali, può investire in Borsa operando con lo strumento dei CFD sugli index più importanti: questi sono dei gruppi composti dalle azioni più quotate in una Borsa nazionale. Parliamo allora di FTSE MIB in Italia, di DAX presso la Borsa di Francoforte, di Dow Jones negli USA e Nikkei 225 a Tokyo, solo per fare alcuni esempi. Questi indici rispecchiano l’andamento di intere economie, per cui chi opera con questi asset sta negoziando su valori di portata globale. Non è un caso infatti che nei notiziari gli indici vengano aggiornati costantemente: il loro valore è infatti un segnale di crescita o di calo della produzione economica nazionale.

Pulire casa con le erbe aromatiche

cannellaLe graziose piantine coltivate sul nostro balcone, oltre a dare profumo e sapore ai nostri piatti, si trasformano facilmente in detersivi ecologici.

Alessandra Baldereschi, designer con la grande passione per i rimedi naturali, ha pubblicato una raccolta di ricette naturali per detergere casa in modo semplice e veloce.

1. Menta

Per esempio, la menta è ideale per pulire e lucidare l’acciaio. Unisci un cucchiaio di menta e uno di bicarbonato in mezza tazza d’acqua calda e mescola fino ad ottenere un composto abbastanza denso. Utilizzalo con un panno morbido su pentole e caffettiere, superfici in acciaio come lavelli e fornelli, risciacqua con delicatezza.

2. Rosmarino

Utilizza il rosmarino per detergere i pavimenti: fai bollire mezzo litro d’acqua e un rametto di rosmarino per 20 minuti, lascia raffreddare e filtra. Aggiungi il preparato all’acqua per il lavaggio con due cucchiai di bicarbonato.

3. Cannella

La cannella è ottima per pulire la lavastoviglie: un cucchiaino di questa potente polvere antisettica ha lo stesso effetto dei disinfettanti industriali.

4. Ortica

Per sgrassare la plastica e il vetro usa l’ortica. Porta a bollore 100 grammi di ortica in mezzo litro d’acqua per circa un’ora, aggiungi qualche fogliolina di menta per profumare. Una volta freddo, filtra il liquido e con uno spruzzino vaporizzalo sulle superfici di pulire.

5. Timo

Il timo è indicato per igienizzare il bagno: mettine 5 rametti in 300 ml di acqua, porta ad ebollizione, successivamente filtra e travasa. Distribuisci sul lavandino, nella vasca e sui sanitari con una spugnetta e risciacqua con cura.

Documentari a regola d’arte

documentari arteNovembre sarà un mese ricco di appuntamenti interessanti: dalle scoperte della scienza a storie tutte italiane raccontate in documentari girati a regola d’arte.

Dopo aver realizzato diversi film basati su storie vere, a partire da Apollo 13, il regista Ron Howard, ha ideato e prodotto un ciclo di documentari dedicati alle ultime scoperte scientifiche intitolato «Breakthrough». I sei episodi, che andranno in onda su National Geografic tutti i lunedì alle 21.55, sono diretti da altre star di Hollywood tra cui Angela Basset che si occupa della siccità con l’aiuto dell’architetto italiano Arturo Vittori  che attualmente è impegnato in Etiopia; Paul Giamatti presenta le nuove tecnologie in ambito della disabilità e lo stesso Howard indaga sui segreti della longevità con il biologo Brian Kennedy. Da non perdere.

Documentari reali

Boats, ovvero «based on a true story» è il titolo di una serie di documentari che raccontano storie vere, fatti realmente accaduti in un passato molto recente. Pif, Perifrancesco Diliberto, introduce ogni settimana storie italiane contemporanee raccontate in modo anticonvenzionale, punti di vista inediti e informali. Ogni storia è presentata dall’autore siciliano alternando ricordi e anneddoti personali inerenti all’argomento della puntata.

Uno dei doc, «Liberi tutti» di Luca Rea, presentato inoltre alla Festa del Cinema di Roma, narra la storia delle prime tv private in Italia. Bartolomeo Pampaloni firma la regia di «Chris & Mil- Un amore trasgender», una storia d’amore tra due ragazzi trasgender di Bologna, coraggiosi e pronti a tutto.

«Searching for Padre Pio» di Abel Ferrara è dedicato al Santo di Pietrelcina. In onda su DeeJay Tv tutti i lunedì alle 23.15.

Hayez: tre versioni dello stesso bacio

hayez«Il Bacio» di Francesco Hayez è uno dei baci più famosi della storia dell’arte, il più realista, il più romantico. Il pittore veneziano faceva parte del movimento storico del Romanticismo, il più diffuso nel 1800, che intendeva imprimere su tela il sentimento dell’amore vero, dell’amore romantico. Il successo di quest’opera ha determinato anche il successo di tutte le altre, ben 120 opere, tra cui il ritratto di Alessandro Manzoni, celebre autore de I «Promessi Sposi». Ma, il Bacio è stato il suo capolavoro più grande, più conosciuto, più amato.

E’ un immagine che riporta chi lo guarda in quell’atmosfera inglese di qualche secolo fa, due amanti che s’incontrano di sfuggita per regalarsi piccoli gesti d’amore a riparo da occhi indiscreti.

Hayez a Milano

Infatti, questo quadro, è il primo che si può ammirare visitando la mostra di Hayez, dal 7 novembre alle Gallerie d’Italia a Milano. Non tutti sanno, però, che dello stesso dipinto esistono tre versioni diverse, tutte esposte durante la mostra. Sarà divertente scoprire le differenze che l’artista ha voluto apportare su ogni tela, come la mantellina gettata sulle scale o il diverso rosso usato per la calzamaglia del nostro protagonista.

Talmente belli da sembrar fotografie! Si dice, infatti, che Hayez fosse affascinato dalla fotografia, tecnica artistica del tutto nuova per i suoi tempi, e la utilizzasse  come base per i suoi dipinti.

Una curiosità: pare che la Perugina per i propri Baci si sia ispirata ai due innamorati del quadro, per cui dobbiamo proprio a lui la creazione dei famosissimi cioccolatini dal cuore di nocciola.

La donna di oggi: glam e dinamica

1200x630_238264_la-new-york-della-moda-dinamicaLe donne moderne sono al tempo stesso mamme, lavoratrici instancabili e mogli presenti. Corrono tutto il giorno, sono sempre in giro a sbrigar faccende, organizzano la casa e mandano avanti la famiglia. Tutto questo però senza rinunciare al glam, alla moda.

Moda per donne sempre attive

Per questo Coccinelle, noto marchio di accessori, propone un prodotto versatile, funzionale ma anche elegante e soprattutto accessibile.

Elonora Pajia, direttore della comunicazione del brand svela i segreti del successo del marchio di Parma: «I nostri accessori, infatti, devono essere un lusso, ma che ci si può permettere».

La campagna invernale lancia il Claim#FeelGood, ovvero un’atmosfera rilassata e tanto colore per trasmettere il messaggio che sintetizza lo spirito del marchio: spontaneità, glamour e versatilità.

L’eleganza di queste borse è dovuta ad un connubio perfetto: artigianato impeccabile e tecnologia al passo coi tempi. Le competenze dei tagliatori vengono messe in risalto dalla creatività dei designer. Un lavoro di squadra perfetto.

La collezione autunno-inverno 2015-2016 presenta modelli dallo stile lineare e minimal, molto chic, dai colori caldi e decisi.  L’ambra, il rosso, le nuance di marrone e toni nude, il cammello, il blu topazio, il bianco e il nero. Oltre ai modelli classici in tinta unita, la collezione propone modelli con inserti di tessuti differenti, per un risultato casual esclusivo.

Per le amanti dello stile urban è stata creata per voi una serie di borse a sacca e shopping bag, leggere e capienti, per spostarsi in tutta comodità in giro per la città.

I libri della settimana

nesbo1In concomitanza con la morte di Pasolini, che fu assassinato il 2 novembre 1975, esce il libro « Comizi d’amore» edito Contrasto al costo di 19.90 euro.

A quarant’anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, la famosa inchiesta televisiva dell’autore si trasforma in un libro arricchito da nuovi documenti, nuove testimonianze.

Il libro permette al lettore di rivivere l’Italia di quegli anni, vissuta per strada, nei cortili,sulle spiagge che riflette sull’universale sentimento: l’amore.

Scarafaggi

Jo Nesbo presenta il libro «Scarafaggi», edito Einaudi al prezzo di 20 euro.

E’ la seconda avventura per il poliziotto Harry Hole, che si ritrova in Thailandia.

Bangkok, caotica, sfrenata e irriverente lo inghiottirà completamente. La sua missione, questa volta, è risolvere un caso definito imbarazzante: l’ambasciatore norvegese su cui indaga è stato ucciso in un motel di prostitute. Lotterà contro l’omertà e la paura senza fermarsi mai.

Ruth

«Ruth» di Elizabeth Gaskell è un racconto poetico, strappalacrime ambientato nel rigido mondo vittoriano. Ruth, abbandonata alla nascita cresce in un orfanotrofio senza amore nè attenzioni. Diventata, in seguito, una brava sarta s’innamora dell’aristocratico Henry Bellingham, da cui avrà un figlio illegittimo. Da quel momento in poi la sua vita si trasforma in un inferno: dovrà affrontare oltraggi e malelingue, lavorare sodo e sacrificarsi ininterrottamente per dare al figlio una vita migliore della sua.

In cerca di Transwonderland

E’ segnalato, inoltre, il libro «In cerca di Transwonderland» di Noo Saro-Wiwa, una scrittrice nigeriana che racconta il ritorno nel suo paese d’origine dopo trent’anni con uno sguardo adulto e molto critico capace di svelarci l’Africa che, come turisti occidentali, non saremmo in grado di conoscere.

Quando il cibo di strada diventa un marchio

streetfoody-fbChe l’Italia non sia seconda a nessuno in materia di cibo, è cosa nota a tutti, tanto quanto il fatto che un momento tanto difficile a livello economico, sempre più persone cercano di reinventarsi sul campo lavorativo; è proprio dal connubio tra eccellenza e fantasia che nasce StreetFoody, il marchio che identifica il cibo di strada di qualità. In un paese nel quale il buon cibo è un culto e anche quello di strada ormai punta sulla qualità e sugli ingredienti di prima scelta, Resti spa, azienda leader nel settore dell’allestimento di mezzi speciali ha introdotto questo nuovissimo marchio (streetfoody appunto) completamente improntato sul mercato del cibo di strada che è sempre in espansione nel nostro paese.

StreetFoody, qualità al primo posto

La Resti vanta un’esperienza pluridecennale in allestimenti di mezzi di trasporto speciali e grazie a questa esperienza offre agli addetti ai lavori in materia di “ristorazione ambulante” una consulenza a tutto tondo. Chiunque voglia infatti troverà, nell’azienda toscana una collaborazione a 360 gradi partendo dal semplice allestimento del mezzo da utilizzare fino ad arrivare allo studio del design e del marketing.

Una volta scelto il veicolo da modificare infatti verrà allestito un vero e proprio piano d’azione dal punto di vista grafico come da quello pubblicitario, così da rendere l’attività del cliente più redditizia possibile.

Una vera e propria rivoluzione quindi che unisce l’esperienza di Resti alla fantasia e l’intraprendenza di coloro che si trovano a gestire un mercato in crescita esponenziale come quello del cibo da strada.